Carcere, Italia. I Garanti incontrano le forze politiche

ROMA- Venerdì 16 settembre, dalle 10,30 alle 13,30, presso il Palazzo Santa Chiara in Roma (Piazza Santa Chiara, 14 – zona Pantheon) i Garanti territoriali delle persone private della libertà incontreranno i rappresentanti delle forze politiche nazionali, per un confronto pubblico sulle proposte per le carceri in Italia.

All’incontro sono stati invitati i rappresentanti delle liste in corsa nella prossima competizione elettorale. Il Portavoce della Conferenza dei Garanti territoriali, Stefano Anastasìa, coordinerà i lavori che si apriranno con gli interventi del Garante della Regione Sicilia, Giovanni Fiandaca, e dalla Garante della Provincia di Pavia, Laura Cesaris. I lavori si concluderanno con le considerazioni del Garante nazionale, Mauro Palma. E’ stato invitato il Capo dell’amministrazione penitenziaria, Carlo Renoldi.

“L’intero sistema penitenziario – spiega il Portavoce della Conferenza dei Garanti territoriali, Stefano Anastasìa, nel presentare l’iniziativa – i detenuti come il personale civile e di polizia – ha molto sofferto durante la stagione della pandemia e arriva provato a questa scadenza elettorale, come è tragicamente testimoniato dalla impressionante serie di suicidi che ha contrassegnato i primi otto mesi di quest’anno e, specificamente, gli ultimi mesi estivi”.

“E’ quindi molto importante – prosegue Anastasìa – che venga raccolto l’appello lanciato dal Garante nazionale per un confronto che si spera foriero di un rinnovato impegno del Parlamento e del ministero della Giustizia nella prossima legislatura. Proprio a questo fine – conclude Anastasìa -, la Conferenza dei Garanti territoriali delle persone private della libertà, che coordina e rappresenta i Garanti nominati dalle regioni, dalle aree metropolitane, dalle province e dai comuni italiani, promuove un confronto pubblico per ascoltare le idee e le proposte delle diverse forze politiche”.

L’incontro sarà diffuso in streaming attraverso i canali social della Conferenza e dei suoi aderenti.

Print Friendly, PDF & Email