Carceri Lazio: tra Covid e ricoverati tra i detenuti la Polizia Penitenziaria in ginocchio

ROMA- Riceviamo da Daniele Nicastrini (segretario USPP) e pubblichiamo: ” Oltre 80 casi di Covid tra i detenuti di Civitavecchia di via Aurelia. Non certo può preoccupare la politica, la ministra decaduta è il governo ridotto alle attività correnti.

La notizia arriva dall’Unione Sindacati Polizia Penitenziaria che sarcasticamente ritiene importante, è che con questi detenuti ci sia la sola Polizia Penitenziaria a gestire la loro permanenza in isolamento forzato nelle celle che oggi le chiamano camere di pernottamento.

Evidenziamo che altrettanti sono presenti nei 14 Penitenziari adulti della regione Lazio è presso il minorile di casal del marmo che ovviamente trova anche tra gli agenti almeno 70 casi. Si allega comunicazione del Provveditorato regionale Lazio di ieri, la quale da oltre due mesi è senza un dirigente generale titolare dopo la promozione del precedente presente fino al 22 giugno a vice capo dap.

Per la cronaca negli ospedali romani sono piantonati 8 detenuti per i quali sono necessari almeno 16 unità a turni di 8 ore. Praticamente la Polizia Penitenziaria è in ginocchio. Grazie dell’attenzione”.

Print Friendly, PDF & Email