Cellere, al via la quindicesima edizione di “Cellere tra natura e tradizione”

CELLERE – Sarà ancora una volta la Valle del Timone il luogo ideale per celebrare la storia del paese immerso nella Maremma Tosco Laziale. La quindicesima edizione di “Cellere tra natura e tradizione” sta per giungere alla due giorni finale, dopo lo squisito prologo del Convivio medievale che si è svolto a fine agosto nel borgo di Pianiano. Sabato 7 e domenica 8 settembre sarà il momento della celebrazione delle bellezze del territorio, perfettamente rappresentate dalla fresca valle che accoglie l’evento, la tradizione tipicamente maremmana,

legata ai cavalli e al buon mangiare, e alla storia con la rievocazione delle gesta del brigante Tiburzi, che a Cellere ebbe i natali e che per questo ha dedicato al Robin Hood della Maremma un museo multimediale. Nel dettaglio la giornata di sabato prevede l’apertura del Villaggio della Maremma, alle 17, a cui seguirà, alle 18.30, al rappresentazione teatrale Nonni e nipoti presentano “Tiburzi dietro la leggenda”, di Filippo Ottoni, per la regia di Romualdo Luzi. Alle 19.30 arriverà trionfalmente “La crostata di lamponi più grande d’italia” e alle 20 saranno aperti gli stand-gastronomici della “Sagra della bistecca di maiale”. La serata proseguirà con il complesso musicale “Gli spiantati” e dalle 23 discoteca all’aperto. Domenica 8 settembre tutto inizierà al mattino, dalle 10 con l’apertura del Villaggio della Maremma e la Mostra mercato dei prodotti tipici e biologici della Maremma Tosco-laziale. Alle 11.30 sarà presentato il libro “L’insediamento albanese di Pianiano” a cura di Italo Sarro. Gli stand gastronomici saranno aperti alle 13 e nel pomeriggio alle 16.30 si svolgerà il battesimo della sella per bambini a cui seguirà la rappresentazione teatrale “Il Brigante Domenico Tiburzi (Il livellatore) due volti un’ombra”, in programma alle 17. La passione per i cavalli tornerà alle 17.30 con lo spettacolo equestre – carosello “Fiori di Maremma” e sfida di Butteri, seguito, alle 18.30 da “Sapori della maremma Tosco-laziale in palio” con la premiazione del Comune vincitore al termine delle prove. Come da tradizione il primo cittadino, Leandro Peroni, proseguirà omaggiando il “Personaggio cellerese dell’anno” e il vincitore della Gara gastronomica. Alle 20 saranno di nuovo aperti gli stand gastronomici della Sagra della bistecca di maiale, e la cena sarà allietata dalla musica di Enzo e Paola con “Si balla sotto le stelle”. “Anche quest’anno celebriamo le nostre tradizioni – sottolinea il sindaco Peroni – rispettando le bellezze naturali e il passato di Cellere. Come sempre saranno presenti tanti altri Comuni, uniti dalla stessa storia, che ci proietta verso il futuro. Invito tutti a partecipare per vivere due bellissime giornate nella Valle del Timone, gustando ottimi prodotti sotto il marchio del presidio Slow Food”. Per ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti numeri telefonici: 340.6268502 – 347.5015831 – 333.4227151 – www.comune.cellere.vt.it Cellere tra natura e tradizione e realizzata con il contributo di: Regione Lazio, assessorato al turismo, Provincia di Viterbo, assessorato agricoltura, Camera di commercio di Viterbo, Comune di Cellere, Banca della Tuscia, CoopAmiatina, in collaborazione con tutte le associazioni del paese, tra cui la Pro loco e il Centro giovani.

   

Leave a Reply