Centro per gli studi criminologici: seminario online “Beni culturali, Italia torna leader nella loro tutela con la legge 22/2022″

VITERBO- In data 27 aprile 2022 si è svolto il Seminario online gratuito ed aperto a tutti dal titolo “BENI CULTURALI. ITALIA TORNA LEADER NELLA LORO TUTELA CON LA LEGGE 22/2022”. Il Seminario, organizzato e promosso dal Centro per gli Studi Criminologici di Viterbo – CSC -, è nato con il precipuo scopo di approfondire la tematica legata alla tutela giuridica del patrimonio culturale alla luce delle novità normative introdotte dalla legge 22/2022.

I relatori, l’Arch. Margherita Eichberg – Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Viterbo e per l’Etruria Meridionale – e l’Avv. Riccardo Nodari – Avvocato Cassazionista esperto in materia di tutela del patrimonio culturale e membro del Comitato Scientifico della SAG – Scuola biennale di Alta Formazione in Archeologia Giudiziaria e Crimini contro il Patrimonio Culturale-, hanno così aperto la strada alla divulgazione ed alla conoscenza del nuovo scenario normativo in materia di conservazione e tutela del patrimonio culturale.

L’argomento è stato introdotto dalla Dott.ssa Sabina Angelucci, Direttore della SAG.

Il Seminario Online è stato moderato e coordinato dalla Dott.ssa Sharon Angelucci, Giurista ed esperta in Criminologia applicata – Responsabile della Segreteria organizzativa del CSC.

Effettuando uno studio approfondito e prognostico su una Legge nuova quando ancora la stessa risultava essere in stato embrionale, attraverso una padronanza tout court della materia, affiancando altresì ad un linguaggio tecnico una chiarezza espositiva nei loro interventi, i relatori sono riusciti ad arrivare ad una variegata ed amplissima platea.

L’organizzazione del Seminario online, frutto di tempismo ed attenzione per gli argomenti trattati, ha consentito al Centro Studi Criminologici di Viterbo di porsi in una posizione leader nella divulgazione della nuova legge 22/2022, non solo in termini di tempo ma anche di utenti che vi hanno partecipato. E ciò in quanto vi hanno preso parte non solo esperti e/o studiosi del settore, ma anche privati cittadini interessati a conoscere qualcosa di più su di un tema ancora poco trattato e poco fruibile a chi non opera nei settori a questo collegati e connessi.

Questo è il mantra che il CSC segue e persegue in ogni attività che lo stesso promuove perché “conoscenza e divulgazione si rendono necessari per poter fronteggiare in maniera risolutiva il fenomeno dei traffici illeciti di beni culturali” (cit. Magistrato Paolo Giorgio Ferri), per far sì che non ci venga più rubata la nostra storia.

Il Seminario fa parte di un programma di Webinar gratuiti di approfondimento che il CSC – Area patrimonio culturale, Direttore Dott.ssa Sabina Angelucci – promuoverà con cadenza mensile e che farà altresì parte della formazione erogata dal CSC nell’ambito della SAG – Scuola biennale di Alta Formazione in Archeologia Giudiziaria e Crimini contro il Patrimonio Culturale.

Print Friendly, PDF & Email