Ceramica, che passione

di MARIELLA ZADRO-

VITERBO In occasione della mostra di fine corso, il Chiostro Longobardo di Santa Maria Nuova in Viterbo si è colorato con le ceramiche realizzate dagli “artisti” del Laboratorio Lab33.
Organizzato dall’ associazione culturale U-MANI e ARGOT, conta circa 60 iscritti tra adulti e bambini e sono seguiti dalla maestra- artigiana Elena Urbani.
Sono prevalentemente donne le allieve del corso, iniziato tre anni orsono e attualmente, ha raggiunto un buon grado di sinergie, amicizie e collaborazioni.
Il laboratorio è un punto d’ incontro, di lavoro, ma anche un luogo gratificante. Ogni allievo sceglie liberamente l’oggetto da realizzare ed Elena li segue fino alla realizzazione completa dell’opera.
Mi soffermo a guardare queste belle ceramiche e chiedo alla maestra, se oltre ai lavori esposti, che rappresentano le ricche diversità artistiche presenti nel laboratorio, i partecipanti hanno un sogno nel cassetto:
“Sì, ma il sogno è rappresentato dal clima di tranquillità che si avverte vedendoli impegnati nelle creazioni; impegno e attenzione come momento qualificante nella riuscita del progetto “.

 

Print Friendly, PDF & Email