CGIL Civitavecchia Roma Nord Viterbo esprime solidarietà agli organizzatori del TusciaPride

VITERBO – Riceviamo da Cinzia Vincenti (Segretaria Generale – SPI CGIL Civitavecchia Roma Nord Viterbo) e pubblichiamo: “ll Sindacato Pensionati Italiani della CGIL Civitavecchia Roma Nord Viterbo esprime piena solidarietà agli organizzatori del TusciaPride ed ai commercianti di Via Saffi per il grave atto intimidatorio subito da ignoti che nella notte tra il 29 e il 30 maggio, dopo l’installazione delle decorazioni che sarebbero dovute rimanere fino al 1° giugno, giorno della manifestazione per i diritti queer e trans, si sono introdotti in Via Saffi rimuovendo tutti i festoni e tutte le bandiere rainbow, anche quelle affisse direttamente sulle vetrate delle attività commerciali per volontà stessa dei commercianti. È evidente che si è trattato di un’azione vandalica fatta con metodo, volontà e organizzazione, e non di un comportamento inconsapevole e casuale.

Rimuovere clandestinamente un simbolo di diritti e libertà quale è la bandiera arcobaleno e agire dunque per ripicca contro gli sforzi di chi, come i commercianti di Via Saffi, sceglie di non essere indifferente di fronte all’odio e alle discriminazioni, è a tutti gli effetti un atto di squadrismo, figlio dell’intolleranza della peggior specie.

Il sindacato è stato, è e sarà sempre in prima linea per combattere ogni sopruso e ogni forma di violenza e d’odio, promuovendo la cultura dei diritti e della democrazia.

Contro i fascismi di ieri e di oggi, contro chi distrugge anziché costruire e contro le politiche d’intolleranza e odio, sponsorizziamo e sosteniamo il TusciaPride senza se e senza ma”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE