Università Unimarconi

Che fine ha fatto l’Ufficio Relazioni con il Pubblico di Viterbo?

VITERBO- Riceviamo e pubblichiamo: “Sono pervenute al Circolo del Partito Democratico di Viterbo numerose segnalazioni di cittadini che non riescono più a mettersi in contatto con l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Viterbo. Per cosa dirrete…per segnalare una criticità, avere dei chiarimenti, chiedere informazioni, avere accesso a documentazione e molto altro.
Abbiamo allora provato ad approfondire la questione, e la situazione che ci si presenta è questa.
Sulla home page del Comune compare il bottone URP-Ufficio Relazioni con il Pubblico. Cliccandoci si va sulla pagina dell’URP dove si legge “istituito nel mese di febbraio 1993, quale servizio innovativo creato per favorire, semplificare ed estendere la comunicazione tra i cittadini e l’Amministrazione comunale. L’Ufficio si pone nel territorio come spazio d’incontro fra la cittadinanza e il Comune, la sede ove si coniuga il diritto-dovere dei cittadini di conoscere, partecipare, fruire dei servizi con l’analogo diritto-dovere dell’Ente di amministrare, erogare, informare e comunicare…”
Fin qui tutto ok.
Come fare a mettercisi in contatto, vi chiederete. Sul sito sono presenti le seguenti indicazioni.
UBICAZIONE:
Piazza del Plebiscito, 14 
Tel. e Fax 0761.348214 
E-MAIL all’indirizzo: urp@comune.viterbo.it
 Orario: dal Lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13.00 ed il martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle 18.00.
Provando a seguire queste istruzioni iniziano i problemi. Al numero indicato risponde un dipendente che dice che a quel numero non corrisponde l’URP. All’osservazione che quel numero compare sulla pagina URP del Comune, l’impiegato, cortesemente, risponde che lo sa e se ne rammarica.
Inutile dire che chiamare il centralino per chiedere informazioni è impresa ardua se non disperata, in quanto per ore si sente il messaggio di attesa. Forse è un servizio da potenziare?
Recandosi fisicamente sul posto, quello indicato sul sito del Comune, nell’orario di ricevimento previsto, si scopre che dell’URP non c’è traccia. Gli impiegati presenti in altri uffici indicano di rivolgersi a via Ascenzi per avere le informazioni. Lì ti viene comunicato che l’URP non c’è più. Chiuso. Cassato.
A chi si deve rivolgere quindi il Cittadino per poter esercitare il proprio diritto, quello previsto dalle leggi?
Dov’è finita la possibilità di avere un’ istituzione pubblica vicina alle persone e con cui tutti i cittadini possono dialogare apertamente per partecipare attivamente? Dov’è finita la partecipazione tanto sbandierata dalla prima cittadina durante tutta la sua campagna elettorale?
Vorremmo ricordare alla Sindaca che l’URP non è opzionale, non è una scelta che si può adottare o no. L’URP per un Ente Pubblico è obbligatorio.
L’URP è stato creato a tutela del Cittadino e la sua presenza non è discutibile. Deve esserci e basta. Per legge.
Per ricevere le segnalazioni, ascoltare le persone, capire se ci sono delle criticità, avviare processi di miglioramento nell’offerta dei servizi. Il tutto all’insegna della chiarezza , della trasparenza. Deve inoltre essere facilmente accessibile per consentire a tutti di potercisi rivolgere.
Sindaca, la invitiamo, in conclusione, a fare chiarezza e, soprattutto, a fare in modo che l’URP sia ripristinato quanto prima in modo tale che i Cittadini possano tornare ad avere un canale istituzionale per comunicare con l’Ente Pubblico Comune di Viterbo”.

Circolo Partito Democratico di Viterbo

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE