Chiara Frontini (Viterbo2020) con “Porte Aperte” chiama a raccolta i cittadini

di MARIA ANTONIETTA GERMANO –

VITERBO – Chiara Frontini ‘regina di cuori’ del Movimento civico Viterbo 2020, presenza fissa sul territorio e attuale consigliera di minoranza al Comune di Viterbo, non si ferma mai e ieri, 8 settembre, in Piazza delle Erbe ha lanciato il progetto politico “Porte aperte” per condividere con i quasi 12mila cittadini viterbesi che l’hanno votata al ballottaggio di giugno, la costruzione di ‘una città concreta, partecipata, responsabile’. E regala rose (siamo nei giorni di Santa Rosa) ai suoi collaboratori più stretti.

E’ una piccola festa in piazza, c’è la musica, ci sono letture di classici a cura di Chiara Palumbo, c’è il prorompente MammoRappo che canta un suo rap e fa ballare il pubblico, ci sono due piccole e deliziose bambine che danzano (New Dance A.l.b.a.), c’è uno spazio aperto per aderire al Movimento, e c’è lei, Chiara Frontini che con il suo eloquio brillante parla di politica, coinvolge i presenti con la sua idea di città “perché siamo Viterbo, non Perugia o Roma, e ne dobbiamo esser fieri” e pone l’accento sulla nascita della nuova classe dirigente.

E non solo. Precisa che Viterbo 2020 dai banchi dell’opposizione in Comune controlla e analizza i provvedimenti del governo targato Arena, evidenziando le criticità quando si presentano e invita tutti i cittadini a partecipare ai consigli comunali per ascoltare il poco che finora viene proposto e approvato. Questo è un modo attivo di partecipare alla vita cittadina.

E come tutte le feste ben riuscite, scattano le foto,  i selfie e gli applausi finali.

Print Friendly, PDF & Email