Ciclismo: trofeo Park Bike Anagni: la Campania in evidenza con Simone Perna, Antonio Teti e Danilo Dennis Morzillo

L’UC Anagni-Cycling Team Nereggi ha lavorato sodo per allestire la prima edizione del Trofeo Park Bike di Anagni. Tante presenze, tra giovaniTrofeo-Park-Bike-Anagni-2013-Antonio-Teti e adulti, da tutto il Lazio e dalle regioni limitrofe convenuti nella periferia della Città dei Papi che ha visto premiati gli sforzi e i frutti di un grande impegno grazie all’instancabile famiglia Nereggi. È stata una

domenica di ciclocross puro, sui 3000 metri del percorso resi impegnativi dal fango che ha ricoperto gli atleti dalla testa ai piedi, oltre alle tante noie meccaniche e alle prese col primo vero freddo della stagione ma lo spettacolo del continuo girovagare di biciclette, nella più totale sicurezza, è stato autentico. Il tutto contornato da una logistica ben organizzata e concentrata nell’enorme struttura messa a disposizione da Romolo Cacchi e Fabio Franceschetti titolari dello Sweet Bar-Ristorante sulla via Anticolana. Anche gli specialisti del cross della Campania hanno risposto all’invito degli organizzatori con la presenza delle società Zerokappa Asd, Cycling Team Città di Sarno, Gsc Moiano, Biciclette Marzano e Caffè Lunik De Maio. Trofeo-Park-Bike-Anagni-2013-la-partenza-juniores-con-Perna-e-Teti-in-maglia-nera-Zerokappa-AsdUn combattivo Danilo Dennis Morzillo (GSC Moiano) ha ottenuto il terzo posto tra gli esordienti mostrando comunque una brillante condizione atletica nonostante la concorrenza di Mario Zaccaria e Micheal Menicacci (Drake Team Nw Sport), rispettivamente primo e secondo, a conferma del momento positivo che stanno attraversando tutti e tre gli atleti in questo avvio di ciclocross e sempre piazzati tra i primi cinque al Giro d’Italia. Un po’ di sfortuna per il neo acquisto Zerokappa Asd e fresco campione regionale campano Andrea Piccinini, abruzzese di nascita, che perdeva il terzo posto virtuale nella gara allievi di 30 minuti dietro il campione italiano Antonio Folcarelli (Drake Team Nw Sport) e Diego Guglielmetti (Moser Cycling Team) per un problema alla bici scivolando in ottava posizione. Nella batteria di 40 minuti, con gli juniores, le donne e i master over 40, nella quale ha messo il sigillo il pluridecorato del fuoristrada Massimo Folcarelli (M3, Drake Team Nw Sport) che ha fatto corsa in perfetta solitudine a partire dalla metà del primo giro una volta completata la rimonta sul gruppo degli juniores partito 30 secondi prima. Alle spalle di Folcarelli senior, tenace e costante la performance di Simone Perna (Zerokappa Asd) secondo di batteria e primo di fascia tra gli juniores. Il pluri campione regionale campano del cross si è lasciato dietro il suo compagno di squadra Antonio Teti alle prese con una caduta nelle fasi iniziali per aver approcciato male il superamento delle palanche. Teti ha saputo mantenere la seconda piazza di categoria, senza sbavature, nella successiva mezz’ora di gara pur guardandosi da Federico Proietti (Drake Team Nw Sport) che chiudeva davanti al proprio compagno di squadra Daniele Panzarini, quest’ultimo figlio del master 4 Gianni terzo nella batteria di 40 minuti e primo della sua categoria contemporaneamente alla gara juniores. “La gara è stata davvero impegnativa – ha spiegato Perna, al quarto successo stagionale nel cross dopo Lecce, Terzigno e Penne -. Quando sono partito, ho preso subito la testa ma al momento in cui mi ha ripreso il master Folcarelli non sono riuscito a tenerlo a lungo e con tutto quel fango ci stava perdere contatto da lui. Mi sono voluto risparmiare per fare bene nella mia categoria e sono contento per questa vittoria perchè mi voglio giocare fino in fondo la convocazione in nazionale”. Simone Perna è uno degli atleti faro della nuova formazione 2014 della Zerokappa Asd presieduta da Carmine Cozzolino con ben 21 juniores in organico tra cui anche Teti, campione campano allievi di ciclocross nell’inverno 2011-2012: “Bellissima gara, gran percorso, tanta fatica ma anche divertente. Non posso fare a meno di complimentarmi con Simone Perna che sin dall’inizio ha gestito e dominato la gara. Dopo la partenza, una caduta sull’ostacolo e un’altra dopo pochi metri mi hanno fatto perdere tanto terreno dal mio compagno di squadra. Sono contento della mia prestazione e del buon secondo posto di categoria”.

   

Leave a Reply