Civati a Viterbo: “Se questo Governo fa la legge elettorale, una legge di stabilità e non ammazza i più deboli facciamo il massimo, di più è complicato”

BeppeCivatiNon sappiamo quale sarà il destino politico di Giuseppe Civati, giovane (rispetto a Bersani, D’Alema & co) candidato alla segreteria nazionale del Pd. Ma di certo come “battutista” ha pochi rivali.

 

Di fronte ad una platea decisamente meno formale di quella vista al Balletti per Fioroni, Giuseppe Civati ha affrontato molti argomenti scottanti, come al solito senza infingimenti o frasi di circostanza. A seguire pubblichiamo alcuni estratti dell’incontro tenutosi nella serata di ieri, mercoledì 25 settembre, presso lo spazio Arci Biancovolta di via delle Piagge.

 

Nelle prossime ore pubblicheremo anche un interessante retroscena sui giorni in cui Romano Prodi veniva impallinato dagli ormai leggendari 101 traditori (misconosciuti personaggi del Pd che non vollero come Presidente della Repubblica il fondatore del loro stesso partito, contribuendo a consegnare le redini di un Paese in difficoltà ad un personaggio di grandissimo spessore, ma dall’età non più verde come Giorgio Napolitano, ndr).

 

Per il momento accontentatevi di questo.

   

Leave a Reply