Civita Castellana, la mozione del consigliere Parroccini sul caso parentopoli

Riceviamo dal consigliere comunale Domenico Parroccini e pubblichiamo:” Premesso che a Civita Castellana aprira’ un nuovo punto vendita di un megastore della grande distribuzione di casalinghi e articoli per la casa e che necessariamente dara’ domenico-parroccinipossibilità di lavoro ad oltre una decina di persone tra impiegati e collaboratori vari ; premesso che ,come notoriamente riportato dalla stampa e da “voce di Popolo ” le assunzioni dei fortunati prescelti , seppur apparentemente lecite, nonostante la valanga di curricula inviati alla sede romana da giovani , disoccupati , cassaintegrati della ceramica ,ed altri ,

riguarderebbero esclusivamente alcuni “eletti ” ( perche’ ) parenti stretti di attuali amministratori di centro destra e di centro sinistra . Si chiede al Sindaco e al Consiglio Comunale di chiedere le dimissioni degli amministratori coinvolti , riscontrati i fatti , tramite una commissione ad hoc . Ritengo ,comunque , e non sono il solo , che gli amministratori coinvolti dovrebbero spontaneamente dare le loro dimissioni senza indugi almeno per salvare cio’ che rimane della loro dignità di eletti dal Popolo che avrebbero dovuto tutelare oltre che rappresentare . A tal fine si chiede di istituire una commissione ad hoc che metta in luce i fatti e da cui si detraggano le dovute considerazioni morali e politiche. Non da ultimo credo doveroso , anzi, si deve pretendere , che si faccia un distinguo chiaro all’ opinione pubblica tra coloro che sono rei di atti moralmente e politicamente discutibili ,che hanno abusato per fini personali del ruolo pubblico ( Parentopoli) da quelli che, estranei ai fatti , restano degni di rappresentare le istituzioni,che onorano con le loro azioni la fiducia concessa dai cittadini e il nostro Comune.”

   

Leave a Reply