Civita Castellana ricorda uno dei più grandi interpreti della boxe italiana: Sergio Caprari

CIVITA CASTELLANA (Viterbo)- Civita Castellana ricorda uno dei più grandi interpreti della boxe italiana, campione di pugilato premiato con la medaglia d’argento nei pesi piuma ai giochi olimpici di Helsinki 1952, (campione italiano dal 1956 al 1958 e campione europeo nel 1958 e 1959), sfidante al titolo mondiale nel 1961 dei pesi leggeri junior. E lo fa intitolandogli il parco adiacente al palazzetto “Pino Smargiassi”, in via Rio Purgatorio, in una iniziativa che ha ricevuto anche il patrocinio del Coni regionale Lazio.

Il comune onora così la memoria di Sergio Caprari, pugile che ha dato grande lustro alla città dove era nato con le sue vittorie in ambito pugilistico. “Vogliamo far conoscere ai più giovani la storia di Sergio Caprari, scomparso nel 2015 – afferma il sindaco Luca Giampieri -. Riteniamo sia doveroso tramandare il grande esempio di un ragazzo di umili origini che grazie all’impegno e al sacrificio è riuscito ad affermarsi a livello internazionale e a raggiungere traguardi importantissimi”.

L’intitolazione si terrà il 4 dicembre prossimo, con una cerimonia che avrà inizio alle ore 10. A seguire, presso il palazzetto Pino Smargiassi, si terrà uno stage di pugilato con Giovanni De Carolis, campione del mondo dei pesi medi 2016 WBA, campione italiano 2018 e vincitore del titolo intercontinentale 2022. “Abbiamo voluto organizzare una giornata con eventi e celebrazioni in ricordo di Sergio Caprari – aggiunge l’assessore allo sport, Giovanna Fortuna -, a partire dall’intitolazione del parco di via Rio Purgatorio, per onorare e ricordare un campione nato e cresciuto nella nostra città e per promuovere, allo stesso tempo, l’attività sportiva della boxe”.

Print Friendly, PDF & Email