Civita Castellana. Sul contratto dell’Ex Zanganella arriva l’interrogazione dei consiglieri regionali Blasi e Porrello (M5S)

civita castellanaI consiglieri Blasi e Porrello del M5S Lazio hanno presentato un’interrogazione urgente a risposta scritta indirizzata agli assessori Civita e Refrigeri nella quale si chiedono maggiori chiarimenti sulla legittimità della sanatoria e del contratto di locazione dell’“ex Zanganella” di Civita Castellana.

Il complesso, denominato “Cittadella della salute”, era stato edificato con destinazione d’uso artigianale e nel 2004 condonato dalla nuova proprietà.

 

Dal 2010 ospita gli uffici della ASL dopo che l’area tecnica del comune di Civita Castellana ha concesso il cambio di destinazione d’uso da artigianale a commerciale con un conseguente e sostanzioso aumento del suo valore di mercato. Per legge il 30% della superficie deve essere adibita a uso direzionale quindi nel 2011 la ASL ha presentato un piano per la trasformazione della destinazione d’uso ma, ad oggi, i locali oggetto della concessione in sanatoria, sono rimasti, al loro interno, allo stato rustico senza che mai sia stata esercitata alcuna attività commerciale né direzionale.

Il M5S Regione Lazio e Civita castellana vogliono quindi vederci chiaro, ipotizzando una speculazione da parte della società proprietaria e riscontrando l’illegittimità del contratto di locazione stipulato dalla ASL.

   

Leave a Reply