Civitella d’Agliano: “Bilancio viziato da dati falsi, intervenga il Prefetto”

Dopo l’approvazione del bilancio nel Comune di Civitella d’Agliano è bagarre accesa. I I gruppi consiliari Alleanza per Civitella, Sinistra unita per Civitella e Verso un Futuro criticano aspramente la maggioranza e chiedono l’intervento del Prefetto: “Nella tarda notte di lunedì 9 dicembre – fanno sapere in un comunicato – dopo un acceso dibattimento, è stato approvato, dall’ormai esigua (e dubbia) maggioranza di Civitella d’Agliano, il Bilancio di previsione 2013.

Senza entrare troppo nel merito del suo contenuto, che ha forti aumenti contributivi (+ 120.000 euro solo per il passaggio in civitellaTARES) e tagli ai servizi (scuola e assistenza) per andare a finanziare spese certamente superflue in questo momento storico, è innanzitutto un Bilancio basato su atti deliberativi propedeutici (tutti approvati nella seduta da quella stessa maggioranza) che riportano dei dati falsi.

 

Nel Piano delle opere pubbliche non è indicato l’accantonamento reso obbligatorio dal DPR 207/10; viene dichiarato il ricorso a capitali privati nella realizzazione dei lavori, pur se le opere non sono suscettibili di gestione economica e senza aver mai avviato le procedure propedeutiche a tali eventualità.

Nella delibera relativa alle aree PEEP da cedere in diritto di superficie, risulta un lotto da tempo assegnato e ormai edificato e malgrado la documentazione prodotta a dimostrazione di ciò dalla minoranza (il Verbale della gara per l’assegnazione!) si procedeva ugualmente all’approvazione.

Nel piano di alienazione e valorizzazione degli immobili sono stati inseriti sia la porzione di un parcheggio già venduto nel 2012 che una strada rurale.

Malgrado le richieste delle minoranze di rimandare la trattazione dei punti successivamente alla regolarizzazione di vari atti ed allegati, la maggioranza procedeva alle approvazioni (seppur con un misero voto di differenza) e con il solo di parere di legittimità espresso dal Segretario Comunale.

Una maggioranza cieca e sorda che, approvando atti palesemente viziati e volutamente mantenuti tali, ha di fatto falsificato anche il Bilancio che ne è scaturito.

Auspichiamo, per il ripristino della legalità, un sollecito interessamento delle autorità competenti, in primis la Prefettura, dalla quale ci aspettiamo un immediato intervento.

   

Leave a Reply