Cnesc: dal decreto Agosto 20 mln aggiuntivi per il servizio civile, ancora lontano l’obiettivo di 50 mila opportunità ogni anno

Riceviamo da CNESC – Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile, Forum Nazionale Servizio Civile, Rappresentanza Nazionale degli Operatori Volontari e pubblichiamo: “Con il Decreto Agosto il Governo stanzia ulteriori 20 milioni per il servizio civile nel 2020,frutto dell’impegno del Ministro Spadafora. E’ una piccola buona notizia. Rispetto alla richiesta che 155 enti di servizio civile e della Rappresentanza degli operatori volontari avevano rivolto al Presidente del Consiglio Conte e al Ministro Spadafora (risorse per 50.000 opportunità di servizio ogni anno) significano 40.000 posti per il 2020.

Mancano risorse per almeno altri 10.000 posti.

Adesso proveremo a chiedere emendamenti nella conversione del decreto, per evitare che l’avvio della programmazione triennale coincida con tagli pesantissimi ai programmi depositati dagli enti.

Siamo consapevoli però che il vero bando di prova sarà la legge di stabilità 2021-2013. Infatti le prospettive per il 2021 e il 2022 sono drammatiche.

Ci sono risorse per 18.000 e 19.000 posti, frutto di miopia dei governi passati.

Non è un buon segno che dopo tre opportunità (SalvaItalia, Rilancio, Agosto) e 100 miliardi stanziati, per il servizio civile siano arrivati al momento solo 41 milioni.

Nonostante le tante idee e proposte, gli sforzi concreti messi in campo dalle organizzazioni e dagli operatori volontari durante la fase acuta della pandemia, il Governo non ha ancora deciso di investire sul Servizio Civile Universale.

Investimento per far vivere dodici mesi di impegno e presa di consapevolezza ai giovani, potenziamento dei servizi per i cittadini e le comunità locali, sostegno agli enti locali e al Terzo Settore per la realizzazione dei programmi presentati al 29 Maggio per 62.000 posti di impiego.

Un Servizio Civile Universale alle prese con una riforma ambiziosa, ma su punti qualificanti priva di strumenti e di risorse.

Anche questo sarà un tema su cui dialogare con il Ministro Spadafora già da Settembre”.

Print Friendly, PDF & Email