Cobas Asl Rm3: “Necessaria riorganizzazione per grave carenza di personale”

ROMA – Si pubblica la nota del Cobas ASL Rm3 riguardante le “Politiche di Gestione delle Risorse Umane e Professionali – Collocazioni Mobilità interna e Trasferimenti“, inviata in data 17/01/2019 agli Organi di Direzione Generale della ASL Rm/3.

La scrivente O.S. ha già avuto modo di segnalare più volte in passato, attraverso prese di posizione pubbliche e atti formali (v. Note del 29.5.2008 Prot. Asl ex RmD n. 44753, del 17.11.2008, Prot. Asl ex RmD n. 5270, del 20.01.2011, Prot. Asl RmD n 5270, del 25.08.2011, Prot. Asl RmD n. 79268, del 21.11.2011, Prot. Asl RmD n.107179, del 15.05.2012, Prot. Asl ex RmD n.43029, del 04.06.2012 Prot. ex Asl RmD n. 50036, del 06.05.2013, Prot. Asl Rm3 n.41296, del 10.02.2017, Prot. Asl Rm3 n. 9531 – Unitariamente alle OO.SS. Fials e NurSind – del 10.01.2018, Prot. Asl Rm3 n.1799 e del 02.02.2018, Prot. Asl Rm3 n.7799), la problematica riguardante le “Politiche di Gestione delle Risorse Umani e Professionali” all’interno della Asl Rm3 (ex Roma D) in particolar modo per quanto riguarda i provvedimenti relativi alle collocazioni, ai trasferimenti e alla mobilità interna del personale tutto.

Tale questione, anche a fronte della grave carenza di personale che vede interessati tutti i Servizi e le Strutture Socio Sanitarie della Asl Rm3, riteniamo non sia stata affrontata in modo coerente ed adeguato, secondo principi e criteri di programmazione, organizzazione, efficacia ed efficienza necessari, anche secondo gli orientamenti e le direttive emanate dalla Regione Lazio in merito alla ricognizione del personale, allo scopo di recuperare e ottimizzare le risorse umane e professionali in relazione alle esigenze, alle priorità delle Strutture e di tutti i Servizi Socio Sanitari presenti all’interno della Asl.

Si sarebbero dovuti realizzare e promuovere, proprio a ragione di ciò, considerata anche la grave carenza di personale, interventi adeguati in grado di garantire, sia un’equa distribuzione e razionalizzazione delle risorse umane in rapporto ai ruoli, alle qualifiche, alle competenze e alle professionalità nelle rispettive assegnazioni e collocazioni, sia il rispetto di criteri e principi di correttezza e trasparenza (graduatorie, avvisi e bandi di mobilità, ecc.) necessari per assicurare certezza e tutela del diritto, nonché dignità umana, professionale/lavorativa a tutte le lavoratrici e Si è, invece, assistito, nel tempo, malgrado siano state emanate più volte diverse Circolari Aziendali (V. Circolare del 14.01.2011, Prot. n° 3379 e del 23.02.2011, Prot. n° 17695, a firma dell’ex Direttore Generale, Prof. Ferdinando Romano e per ultimo la Circolare n.31409 del 09.05.2018) ad una serie di scelte e provvedimenti dettati da mere scelte discrezionali, se non propriamente arbitrarie e spesso contradditorie, al di fuori di ogni regola di confronto, trasparenza e controllo, venendo meno anche a quei criteri e a quei principi di buon andamento, imparzialità e trasparenza che sono, o meglio dovrebbero, essere dovuti in una Pubblica Amministrazione.

Tutto ciò a fronte di un Regolamento Aziendale mai modificato e/o aggiornato, peraltro, ulteriormente ribadito e ritrasmesso successivamente, dall’ex Direttore Generale, Dr. Vincenzo Panella, con nota del 23.05.2014, Prot. Az. n. 45150, nel quale viene anche fatto riferimento alla preventiva informazione che, in merito alle collocazioni e ai provvedimenti riguardanti la mobilità, deve essere data alle OO.SS.., regolarmente contraddetto e disatteso.

La scrivente O.S. ritiene più che mai necessario, promuovere e realizzare, in ragione della grave carenza di personale suddetta, anche in virtù dei nuovi previsti e annunciati arrivi di personale, soprattutto infermieristico, interventi adeguati in grado di garantire, sia un’equa distribuzione e razionalizzazione delle stesse in rapporto ai ruoli, alle qualifiche, alle competenze e alle professionalità nelle rispettive assegnazioni e collocazioni, sia il rispetto di criteri e principi di correttezza e trasparenza (graduatorie, avvisi e bandi di mobilità, ecc.) necessari per assicurare certezza e tutela del diritto, nonché dignità umana, professionale/lavorativa a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori in relazione alle necessità e alle esigenze aziendali.

La scrivente O.S., ribadisce, pertanto, quanto già ha avuto modo di segnalare (v. nota del 10.01.2018, Prot. Az. 1799), in relazione a quanto sopra rappresentato nel pieno rispetto di quei  criteri di trasparenza, efficacia ed efficienza propri della Pubblica Amministrazione, nonché di quel sistema di regole e principi volti alla tutela dei diritti e della dignità di tutte/i le/i lavoratrici e i lavoratori. A tale proposito si chiede il pieno rispetto delle normative contrattuali e di leggi vigenti e dello stesso Regolamento Aziendale in merito alla mobilità, ai trasferimenti, alle collocazioni del personale TUTTO e una maggiore attenzione, tenuto conto, soprattutto, del così delicato momento che attraversa la Sanità Pubblica, verso quelle “Politiche di Gestione delle Risorse Umane e Professionali” come strumento di razionalizzazione e di gestione fondamentale per affrontare le gravi emergenze presenti nelle Strutture e nei Servizi Socio Sanitari.

La scrivente O.S. dichiara la sua piena disponibilità ad intraprendere, congiuntamente alle altre OO.SS., un dialogo ed un confronto su tali problematiche.

   

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo unita contro la mafia, senza se e senza maLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Questa è una giornata storica di resilienza per Viterbo che scende in piazza
A Bagnoregio borse di studio di 200 euro per i ragazzi delle scuole secondarieLEGGI TUTTO
BAGNOREGIO ( Viterbo) – Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria. Gli studenti residenti a Bagnoregio, con Isee
Cavese-Viterbese sulla web radio “Diretta Sport Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 Febbraio dalle ore 14,00 nuovamente con i gialloblù sulla WEB-RadioVisione www.direttasportviterbo.it e su Tele Lazio Nord
“Manipolarte”, grande successo per il laboratorio al Museo della Ceramica della TusciaLEGGI TUTTO
VITERBO – L’iniziativa didattica dei laboratori “Manipolarte”, proposta dal Museo della Ceramica della Tuscia, ha avuto un grandissimo riscontro, registrando
Under 16 Elite, la Volley Ball Club Viterbo in finaleLEGGI TUTTO
VITERBO – Superando 3/1 Volley Anguillara la Vbc Viterbo si aggiudica la semifinale di ritorno e conquista l’accesso alla finalissima
Volley, in casa le squadre maggiori della Vbc ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO – Doppio appuntamento con il volley regionale questo week-end al PalaVolley di via Gran Sasso. Questa sera (sabato 16)
A Viterbo una targa in ricordo del giornalista Gianfranco FaperdueLEGGI TUTTO
VITERBO – Erano i primi giorni di ottobre del 2018 e stava per lasciarci a 80 anni Gianfranco Faperdue. In
“CasAmica Onlus” cerca volontari a RomaLEGGI TUTTO
ROMA – CasAmica Onlus – organizzazione di volontariato che da oltre 30 anni accoglie i malati costretti a spostarsi in
Se n’è andato il giovane Luca Scarponi, stroncato da una malattiaLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – Aveva gli occhi ardenti di vita, Luca Scarponi, volato via a causa
Mafia, Signori (Confartigianato): “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la necessità di un solo giorno”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Stefano Signori (Presidente Confartigianato Imprese di Viterbo) e pubblichiamo: “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la