Compagnia Carabinieri di Ronciglione, le operazioni dello scorso fine settimana

Nel corso del fine settimana la compagnia carabinieri di Ronciglione ha impiegato nei servizi di prevenzione complessivamente circa trenta pattuglie e sessanta militari, dislocati negli orari di maggior incidenza dei fenomeni di criminalità e nelle direttrici di maggior flusso del traffico veicolare. Sono stati eseguiti un arresto in flagranza e raccolte dieci denunce in stato di libertà. A Vejano i militari della locale stazione hanno arrestato – per aggressione e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, danneggiamento, porto e detenzione di arnesi atti ad offendere – uno studente diciottenne del luogo,; il ragazzo, già noto alle forze dell’ordine per 

i reiterati maltrattamenti nei confronti dei componenti il proprio nucleo familiare, si è reso responsabile dell’ennesimo atto di violenza nei confronti della sorella minore e del cognato. I carabinieri, intervenuti sul posto, nel tentativo di fermarlo mentre danneggiava la porta d’ingresso dell’appartamento con una mazza da carpentiere, sono stati aggrediti dal giovane e nel corso colluttazione hanno riportato lesioni personali non gravi. Il giovane è ora ristretto alla casa circondariale Mammagialla di Viterbo; A Capranica militari della locale stazione hanno denunciato per i reati di tentato furto aggravato e porto e detenzione di arnesi atti ad offendere due cittadini rumeni del luogo, di quarantasei e quarantanove anni; i due, sorpresi dai militari all’interno dell’ex stabilimento “Chinottoneri”, al km 56.500 della S.R. Cassia, mentre tentavano di asportare rami di alloro tagliati con delle roncole, sono stati bloccati dopo una breve fuga; ACaprarola un pluripregiudicato di quarantadue anni del posto è stato denunciato per falsa attestazione a pubblico ufficiale e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità; A Ronciglione militari del pronto intervento hanno denunciato un fornaio pakistano di cinquantadue anni, residente a Roma, per detenzione e porto abusivo di una mazza da cricket, rinvenuta nella propria autovettura; un romano di trentotto anni e un trentasettenne di Vignanello sono stati denunciati, invece, perché sorpresi alla guida delle proprie autovetture sprovvisti di patente di guida; A Bassano Romano un operaio moldavo è stato accompagnato presso il centro di identificazione di Trapani per l’espulsione in quanto clandestino; un pregiudicato rumeno di venticinque anni è stato denunciato per ricettazione perché trovato in possesso di una carta di credito intestata ad altra persona di cui non sapeva giustificare il possesso; A Sutri i carabinieri hanno denunciato per tentato furto in concorso due minori, di cui uno con precedenti, perché sorpresi all’interno di un esercizio commerciale mentre rubavano generi alimentari, all’interno di un frigorifero per un valore complessivo di € 100,00 circa.

   

Leave a Reply