Confartigianato, nasce l’Osservatorio anti-burocrazia

Nasce l’Osservatorio “Follia burocratica? RacconAD Simone 4taci la tua”, lo strumento ideato da Confartigianato per aiutare gli imprenditori a sfondare quel muro di gomma fatto di iperburocratismo contro il quale rimbalzano quotidianamente. Se dovessimo descrivere con una parola l’ultimo quinquennio, tra le dieci migliori (subito dopo spread, crisi e punti base, s’intende!) troveremmo “semplificazione”.

Con ben 30,98 miliardi di euro l’anno di adempimenti amministrativi a carico delle imprese italiane, l’Italia si piazza al 73° posto, tra i 185 Paesi del mondo, nella classifica internazionale sulla facilità di fare impresa. In altre parole, il nostro sistema burocratico costa circa 7.091 euro l’anno su ciascuna azienda. «Non possiamo certo stupirci – interviene Andrea De Simone, direttore di Confartigianato Imprese di Viterbo – se i nostri imprenditori non riescono a contrastare gli effetti della crisi. Le piccole e medie imprese rischiano l’estinzione a meno che non s’intervenga immediatamente, applicando quella mole di leggi studiate apposta per arginare oneri burocratici ingiustificabili». L’intervento auspicato dovrebbe concretizzarsi nell’attuazione di quei provvedimenti di semplificazione varati dal 2008 a oggi che porterebbero ad una diminuzione di 8,49 miliardi di euro (circa il 29% in meno) dei 31che pesano sulle nostre imprese.

«Dalla previdenza al fisco, passando per la privacy, gli appalti, l’ambiente e l’edilizia – incalza De Simone –, le norme predisposte hanno un raggio d’azione che permetterebbe di abbattere costi e vincoli burocratici in tutti i campi possibili. Il problema è che gli effetti di questi provvedimenti non sono affatto visibili e, anzi, sembra che la situazione sia ormai giunta al paradosso tanto che ormai siamo costretti a cercare di semplificare quegli stessi rimedi di semplificazione». Per questi motivi Confartigianato ha ideato uno strumento, l’Osservatorio anti-burocrazia, attraverso il quale gli imprenditori possono registrare le loro personali storie di ordinaria follia burocratica.

Con pochi semplici click, grazie al questionario predisposto sul portale dell’associazione, www.confartigianato.it , fino al 31 gennaio 2014 sarà possibile segnalare le complicazioni che rendono difficile l’attività produttiva. «L’osservatorio – sottolinea il direttore provinciale – permetterà di monitorare quanto degli impegni per semplificare la vita degli imprenditori si traduce in realtà e, al termine della consultazione, un rapporto finale contenente proposte d’intervento sarà presentato al Governo e al Parlamento. Quello che l’associazione si prefissa di ottenere è una svolta che dia respiro alle imprese favorendo, finalmente e concretamente, la ripresa».

   

Leave a Reply