Contro la crisi vecchie auto in festa, sabato e domenica al Centroautovt

Riceviamo e pubblichiamo. Come può una concessionaria d’auto combattere la crisi che ha colpito il mercatoauto-usata delle vetture nuove? Sviluppando il settore delle vetture usate. E’ la strada intrapresa da Centroautovt, concessionaria Fiat, Fiat Professional, Alfa Romeo e Tata di Viterbo e provincia, che nel weekend di sabato 16 e domenica

17 novembre organizza la Festa dell’Usato. Si tratta di un vero e proprio “porte aperte”, come quelli che abitualmente vengono allestiti per i nuovi modelli o le nuove versioni in gamma, ma con una grande differenza: saranno presentati oltre 70 tra vetture e veicoli commerciali usati, aziendali, demo e km zero. L’evento – presso le strutture della concessionaria in Strada Tuscanese km 1,500 a Viterbo – avrà i connotati di una grande festa, una sorta di mostra mercato in cui non mancheranno intrattenimento per i bambini e un buffet per tutti i partecipanti, per far vivere un’esperienza diversa per chi da sempre si rivolge a queste tipologie di auto o per chi vuole superare per la prima volta lo scetticismo di acquistare l’usato. La concessionaria, per l’occasione, metterà in campo azioni promozionali che non riguardano esclusivamente l’acquisto in sé: servizi finanziari competitivi, garanzie estese, certificazione dei chilometri percorsi.

“La situazione difficile del mercato – spiega Federico Marcoccia, amministratore di Centroautovt srl – ci ha fatto ripensare organizzazione, strutture e processi: è determinante saper cambiare pelle in funzione delle nuove tendenze di mercato e delle mutate esigenze dei clienti. Oggi l’usato riveste un ruolo vitale nel nostro business, garantendo una certa copertura dei fatturati non più espressi dai veicoli nuovi e permettendo di recuperare quel margine necessario al sostentamento dell’impresa stessa. Gli sforzi profusi dalla nostra azienda e i risultati ottenuti ci stanno confermando che le scelte intraprese sono giuste e ci sono ampi margini di miglioramento. Contiamo di proseguire in questa direzione con entusiasmo e ottimismo verso il futuro”.

Se da un lato, infatti, il mercato del nuovo perde dall’inizio dell’anno circa il 17% rispetto al 2012, anno di per sé già difficile per le prime immatricolazioni, dall’altro il mercato dell’usato registra a settembre 2013 un +3% rispetto al 2012 al netto dei mini-passaggi tra operatori. Quindi l’esigenza di mobilità e di auto è sempre viva e vegeta, ma ha cambiato obiettivi: si acquistano principalmente vetture con pochi chilometri oppure d’occasione. “La Festa dell’Usato – aggiunge Andrea Saggini, direttore commerciale dell’usato di Centroautovt – vuole essere il primo di una serie di eventi a cadenza fissa sui veicoli d’occasione. Lo sviluppo dei servizi complementari alla vendita rende l’esperienza di acquisto un’occasione da non perdere, un vantaggio da spendere sul mercato e un valore per il cliente. Contiamo di poter dimostrare a tutti i partec ipanti alla nostra iniziativa la passione e la competenza nel settore della concessionaria”.

   

Leave a Reply