Coppa Italia di promozione- sedicesimi di finale, gara di andata, Vigor Acquapendente- Città di Ciampino

VIGOR ACQUAPENDENTE – CITTA’ DI FIUMICINO 1-1 (PRIMO TEMPO 1-0) VIGOR ACQUAPENDENTE: Nulli, Picchiotti, Borges, De Grossi,vigor acquapendente Avola, Nuccioni, Zanoni (55° Viviani), Tonelli, Saleppico, Zammarchi, Colonnelli A DISPOSIZIONE: La Vecchia, Bedini, Cannavacciolo, Loreti, Burchielli, Barberini ALLENATORE: Fatone CITTA’ DI CIAMPINO: Semorile , Hergal (46° Cataldo), Pompei, Poliello, Sinceri (46° Fontana), Piretti, Di Meglio, Bufalini, Di Fiandra, Parini (82° Mariani), Marcangeli A DISPOSIZIONE: Pani, Cecchi, Rosi, Cataldo ALLENATORE: Scudieri ARBITRO: Nanà di Aprilia coadiuvato dai collaboratori di linea Zuin di Roma II e De Salazar di Roma I MARCATORI: 26° ZAMMARCHI (VIGOR ACQUAPENDENTE), 67° Paoliello (Città di Fiumicino) NOTE: Ammoniti 45° Henglar (Città di Fiumicino), 63° ZANONI (VIGOR ACQUAPENDENTE), 64° Piretti (Città di Fiumicino)

Una Vigor Acquapendente in continua ascesa per espressione di gioco viene bloccata tra le mura amiche dal Città di Fiumicino. Un risultato che costringerà gli

aquesiani nella gara di ritorno in terra capitolina a vincere o a pareggiare con un risultato superiore all’1-1. Al cospetto di una squadra ospite che fa del pressing a tutto campo una costante (Hergal e Di Fiandra protagonisti principali) la Vigor non si fa intimorire ed oltre alla rete del vantaggio crea nel primo tempo altre cinque nitide palle goal. Dopo 21 secondi ci prova Saleppico. Ma la conclusione è bloccata da Semorile. Al 12° in gran spolvero capitan Colonnelli. Semorile devia in angolo. Sette minuti dopo ci prova da lontano Borges: la palla finisce alta. Al 26° magia di Tonelli che offre a Zammarchi l’assist per il vantaggio. La stessa coppia al 39° si ripete. Ma la conclusione di Zammarchi finisce alta. Per gli ospiti solo un calcio di punizione tirato alto da Di Meglio. Di fronte ad un Città di Fiumicino meno solido nelle sue certezze a metà campo, la Vigor cerca il colpo del ko. Al 52° la conclusione di Colonnelli è bloccata da Semorile. Sette minuti dopo arriva la risposta ospite con Bufalini. Il 67° arriva la rete del pareggio. La giacchetta nera accorda in maniera più che benigna una punizione agli ospiti. Paoliello non fallisce la battuta. Da subito parte la reazione-assalto targata Vigor. A lanciarla dopo nove minuti l’imprendibile Saleppico. Sul suo magnifici cross in area un paio di giocatori Vigor arrivano in ritardo. Due minuti dopo la “dea bendata” si accanisce su De Grossi. Il suo calcio di punizione si stampa sulla traversa. Tra l’81° e l’83 la coppia Borges- Avola tenta invano da fuori area. Le conclusioni fuori di Mariani e Di Fiandra, lanciano una volatona finale tutta viterbese. Al primo minuto di recupero ci prova Colonnelli. Semorile controlla. Ed al 93° punizione di Saleppico, assist di testa di Zammarchi e Nuccioni da due passi manda fuori. IL DOPOPARTITA Con la consapevolezza di aver pareggiato una gara chemeritavano ampiamente di vincere con più di una rete di scarto, i giocatori Vigor rientrano con un pizzico di rammarico negli spogliatoi, coccolati da una dirigenza che li ha incitati ininterrottamente durante la gara, e che non può fare a meno di complimentarsi per quanto visto in campo. Dopo il consueto breve confronto negli spogliatoi il Tecnico Riccardo Fatone si concede ai nostri taccuini “Da questa partita non vinta”, sottolinea il Tecnico “esco con maggiori certezze rispetto alle ultime prove di Campionato. Al cospetto di un grandissima squadra come il Città di Fiumicino, abbiamo disputato un gara sostanzialmente buona. La squadra ha sopperito magistralmente alle assenze di Del Giusto e Fini e solo la sfortuna, la malasorte ed un pizzico di imprecisione gli hanno impedito di raggiungere una vittoria sicuramente strameritata per il gioco espresso”. Partendo da questa analisi parte già il ponte-collegamento a livello di idee in vista della gara di ritorno. “La qualificazione non è assolutamente compromessa dopo questi primi novanta minuti. Il gioco espresso mi dà più di una positiva speranza per giocarcela alla stragrande in un campo davvero difficile. E già più di una volta in Campionato abbiamo dimostrato che abbiamo le capacità per conquistare l’intera posta in palio anche fuori casa”. Ma il pensiero và subito al Campionato. “Domenica affronteremo a domicilio il Corneto Tarquinia. Dovremmo riprendere le forze e soprattutto non scordarci mentalmente quanto di stupendo abbiamo fatto oggi pomeriggio a livello di espressione di gioco. Se ci ripeteremo potremmo sicuramente conquistare tre punti fondamentali per la nostra classifica”.

   

Leave a Reply