Crespelle con radicchio, gorgonzola e noci

di LUCA GUASTINI –

VITERBO – Le crespelle con il radicchio rosso con crema di gorgonzola e noci sono un piatto di origine veneta che ha riscosso tantissimo successo sulle tavole di tutta Italia. Possono  essere proposte come antipasto, primo o piatto unico. Si tratta di un piatto sostanzioso e semplicissimo da preparare ma che al gusto risulta piuttosto raffinato.

 Ingredienti:

Per circa 30 crespelle:

3 uova

250 grammi di farina

500 grammi di latte ( oppure 250 latte e 250 acqua per renderle più leggere)

Un pizzico di sale

Burro per ungere la padellina

Per il ripieno:

800 grammi di radicchio

200 grammi di gorgonzola dolce

100 grammi di parmigiano

80 grammi di noci

40 grammi di burro

Procedimento:

Preparare le crespelle sbattendo in una ciotola le uova con un pizzico di sale, aggiungere poco alla volta la farina setacciata e amalgamare molto bene con un di cucchiaio legno per non far formare grumi. Aggiungere poi a filo il latte miscelato con l’acqua e con una frusta mescolare bene fino ad ottenere una pastella semi liquida che metterete a riposare in frigo coperta con una pellicola per almeno un ora. Nel frattempo mettere a cuocere in una padella antiaderente con una noce di burro il radicchio già lavato e ridotto a striscioline per circa 10 minuti e  salare. Quando  sarà ben appassito aggiungere il gorgonzola che si scioglierà.  Aggiungere un goccio di latte, un  po’ di parmigiano, parte delle noci ridotte a piccoli pezzi e lasciare raffreddare.

Mettere sul fuoco una padella antiaderente tonda leggermente imburrata,  quando sarà ben calda versare un mestolino di composto delle crespelle e, con movimento rotatorio, ricoprire tutta la superficie.

Cuocere le crespelle per circa un  minuto per parte. Farcire ora le crespelle con il composto, ripiegarle in 4, quindi disporle in una pirofila.
Aggiungere alcuni fiocchetti di burro o spennellare con burro fuso, cospargere con il parmigiano rimasto e le noci rimaste,  quindi mettere al forno per 10 minuti circa a 180°gradi poi sfornare  e servire belle calde.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo unita contro la mafia, senza se e senza maLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Questa è una giornata storica di resilienza per Viterbo che scende in piazza
A Bagnoregio borse di studio di 200 euro per i ragazzi delle scuole secondarieLEGGI TUTTO
BAGNOREGIO ( Viterbo) – Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria. Gli studenti residenti a Bagnoregio, con Isee
Cavese-Viterbese sulla web radio “Diretta Sport Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 Febbraio dalle ore 14,00 nuovamente con i gialloblù sulla WEB-RadioVisione www.direttasportviterbo.it e su Tele Lazio Nord
“Manipolarte”, grande successo per il laboratorio al Museo della Ceramica della TusciaLEGGI TUTTO
VITERBO – L’iniziativa didattica dei laboratori “Manipolarte”, proposta dal Museo della Ceramica della Tuscia, ha avuto un grandissimo riscontro, registrando
Under 16 Elite, la Volley Ball Club Viterbo in finaleLEGGI TUTTO
VITERBO – Superando 3/1 Volley Anguillara la Vbc Viterbo si aggiudica la semifinale di ritorno e conquista l’accesso alla finalissima
Volley, in casa le squadre maggiori della Vbc ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO – Doppio appuntamento con il volley regionale questo week-end al PalaVolley di via Gran Sasso. Questa sera (sabato 16)
A Viterbo una targa in ricordo del giornalista Gianfranco FaperdueLEGGI TUTTO
VITERBO – Erano i primi giorni di ottobre del 2018 e stava per lasciarci a 80 anni Gianfranco Faperdue. In
“CasAmica Onlus” cerca volontari a RomaLEGGI TUTTO
ROMA – CasAmica Onlus – organizzazione di volontariato che da oltre 30 anni accoglie i malati costretti a spostarsi in
Se n’è andato il giovane Luca Scarponi, stroncato da una malattiaLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – Aveva gli occhi ardenti di vita, Luca Scarponi, volato via a causa
Mafia, Signori (Confartigianato): “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la necessità di un solo giorno”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Stefano Signori (Presidente Confartigianato Imprese di Viterbo) e pubblichiamo: “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la