Università Unimarconi

Crisi Euronics, il Presidente del Consiglio Provinciale, Quadrini, esprime solidarietà ai lavoratori colpiti

FROSINONE – Il Presidente del Consiglio Provinciale di Frosinone, Gianluca Quadrini, e vice presidente di Anco Lazio con delega alle attività produttive e sviluppo economico, esprime il suo profondo rammarico e solidarietà nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici del gruppo Euronics di Roma, provincia e Frosinone, di fronte all’annuncio di una crisi aziendale senza precedenti.

“È con grande preoccupazione che apprendo della difficile situazione che stanno attraversando le aziende a marchio Euronics. Dopo anni di trasferimenti ingiustificati, l’utilizzo di ammortizzatori sociali e, da ultimo, l’applicazione del CCNL Cisal che ha duramente colpito retribuzione e diritti dei dipendenti, ci troviamo oggi di fronte ad un annuncio di licenziamenti di massa che getta nell’incertezza centinaia di famiglie ciociare.”
Il Presidente del Consiglio Provinciale sottolinea l’importanza di tutelare i diritti dei lavoratori, già messi a dura prova da una serie di misure che hanno avuto un impatto negativo sul loro benessere economico e sociale. “Non possiamo rimanere indifferenti di fronte a questa ennesima crisi che colpisce duramente il nostro territorio. Esorto tutte le istituzioni competenti ad intervenire con urgenza per cercare soluzioni concrete che possano salvaguardare i posti di lavoro e garantire un futuro dignitoso ai lavoratori coinvolti.”
Il Presidente si impegna a fare tutto il possibile, in collaborazione con le organizzazioni sindacali e le autorità locali, per supportare i lavoratori e le loro famiglie in questo momento critico. “È essenziale che tutti gli attori coinvolti lavorino insieme per trovare soluzioni che permettano di superare questa crisi e rilanciare l’attività economica del nostro territorio.”
Il Consiglio Provinciale seguirà con attenzione l’evolversi della situazione, mettendo in campo tutte le risorse necessarie per fornire supporto ai lavoratori colpiti e garantire la tutela dei loro diritti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE