“Cultura della Legalità”, i carabinieri incontrano i giovani del grest della parrocchia di Montefiascone

MONTEFIASCONE ( Viterbo) – Ieri mattina presso il parco della Scuola Cardinal Salotti di Montefiascone, i ragazzi del grest, quest’anno dal titolo “Giona e la balena”, hanno incontrato i Carabinieri della locale Compagnia. Insieme hanno iniziato la giornata ricreativa con la cerimonia dell’alzabandiera dove i circa 500 ragazzi hanno partecipato, composti, commossi ed al tempo stesso entusiasti, cantando a squarciagola l’Inno di Mameli.

Subito dopo il Maggiore Antonino Zangla ha si è intrattenuto con i giovani spiegando loro l’alto valore  simbolico della bandiera, emblema dell’Unità Nazionale e del suo Popolo, il tricolore italiano è specificamente previsto dall’art. 12 della Costituzione, tra i principi fondamentali. Citando il Presidente Pertini “i giovani non hanno bisogno di sermoni, i giovani hanno bisogno di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo”, ha invitato tutti ad ispirarsi a dei punti di riferimento positivi siano essi persone o istituzioni. Infine un imperativo “divertitevi”, godetevi l’età più bella, fatelo con spensieratezza e allegria, ma al tempo stesso con intelligenza perché una leggerezza di oggi non pregiudichi il vostro futuro.

Il Parroco, Don Marco Del Canuto, dopo aver espresso gratitudine per la perfetta sinergia tra l’Arma e la Chiesa, nell’esclusivo interesse della Comunità, ha ceduto la parola a Don Domenico Bandini che ha ricordato, con orgoglio e commozione, i tempi in cui il complesso della Scuola Cardinal Salotti ospitava il collegio degli orfani dei Carabinieri caduti in guerra o in servizio, assistiti dall’O.N.A.O.M.A.C..

Al termine tutti i giovani, molto incuriositi, hanno voluto vedere da vicino le auto di servizio dell’Arma, numerosissime e di varia natura le domande rivolte agli equipaggi che, tra il serio ed il faceto, hanno provato a soddisfare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email