Cup, si cerca un accordo, mentre da Roma si minaccia il licenziamento dei lavoratori che non firmeranno il nuovo contratto

di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- Incontro questa mattina in Prefettura dei rappresentanti sindacali, lavoratori e Cobas con i referenti della ASl, dellla Regione Lazio e della ditta vincitrice dell’appalto, la Gpi. Per quest’ultima ha preso la parola il direttore dei servizi, Matteo Santoro, mentre per la Asl era presente la dott.ssa Maria Luisa Velardi, direttore amministrativo ed Egidio Schiavetti per la Regione. Alla presenza del Prefetto Giovanni Bruno le parti sono intervenute in merito al nuovo contratto che prevede una decurtazione dello stipendio. Sotto la Prefettura, mentre si stava svolgendo l’incontro una delegazione di lavoratori ha manifestato con tanto di cartelli e striscioni e megafono : “Ai ricatti non cediamo, noi non firmiamo” ed ancora “Squalificati, sottopagati,  allo schiavismo siamo arrivati”.

Dopo l’incontro dello scorso 28 dicembre in Prefettura,  quindi, che aveva posto le basi per un successivo incontro con la Regione e la Gpi, questa mattina si è cercato di arrivare ad una soluzione più fattibile per tutti, in primis per i lavoratori del Cup di Viterbo sempre più intenzionati a non firmare il nuovo contratto che li penalizzerebbe economicamente. Al riguardo si parlava di circa 200 euro in meno al mese. Ma Schiavetti avverte: “Nta, la ditta uscente,  ha inviato una lettera stamani ai lavoratori di Asl Roma 5 che non hanno voluto firmare il contratto, dicendo loro che procederanno al licenziamento”.

Come risolvere, quindi, la faccenda, che vede questa disparità di stipendio, passando con il nuovo contratto dal commercio al multiservizi? Secondo i sindacati ciò penalizzerebbe i lavoratori fino a 238 euro per un full time e 119 euro per i parti time al mese.  “Faremo di tutto per non firmare il contratto fino al 19 marzo – tuonano i rappresentanti Cobas – Se fossimo costretti a farlo, vi ritroverete un servizio da 5 euro. Noi pretendiamo solo che vengano riconosciuti i nostri diritti!” Finora a firmare, secondo i sindacati, su 120 lavoratori sarebbero stati soltanto una trentina.  Per venire incontro ai lavoratori Santoro ha spiegato come l’azienda abbia riconosciuto un superminimo e gli scatti maturati con il precedente contratto. Così facendo il gup si ridurrebbe dagli 80 ai 30 euro in meno, da valutare caso per caso.

Schiavetti ha indicato anche il recupero del taglio della spending review. “Recuperando ore e mettendo a disposizione servizi aggiuntivi come ore aggiuntive si potrà recuperare la parte restante salariale – ha spiegato- Qualsiasi  situazione migliorativa per i lavoratori a noi non può che farci piacere. Ciò che ci potrebbe dispiacere, invece, è nel caso in cui il lavoratore venisse tagliato fuori da questo appalto. Faccio richiamo, quindi, al buonsenso: avere il massimo dalla società subentrante senza far perdere il posto di lavoro ai lavoratori”.

“Abbiamo cercato di dialogare con le parti ed abbiamo messo il massimo sforzo su questo contratto – ha riferito Santoro – Il limite massimo è l’equilibrio economico. Gli sforzi sono stati fatti per il superminimo e per il riconoscimento degli scatti pregressi. Abbiamo fatto la gara rispettando le regole del bando. Roma 5 e Viterbo ci hanno un po’ spiazzati. Quello che ci aspettavano era un atto di fiducia, visto che noi assumiamo tutto il personale senza conoscerlo. Abbiamo indetto anche degli incontri plenari con i dipendenti, che sono andati quasi del tutto deserti.  Ora la differenza tra il precedente contratto e quello che i dipendenti andranno a firmare va dagli 80 ai 30 euro, ma se riusciamo poi  a dare delle ore in più, passando magari il part-time dalle 19 alle 25 ore, ben venga, noi diamo la massima apertura”.

“La detrazione è stata fatta non solo sulle ore, ma sul servizio” – incalzano i sindacati. “Il servizio si può ripristinare?” – chiede il Prefetto. “Certo” – risponde la dott.ssa Velardi.

Donatella Ayala della Cgil Filcams prosegue: “La Regione si è impegnata nel 2015 a mantenere tutti i livelli contributivi. Questi lavoratori sono il motore della Asl. Sono persone professionalizzate. La Regione ci ha detto che hanno tentato di salvaguardarle, ma ciò si è realizzato solo su Roma, dove una parte è stata salvaguardata, mentre su Viterbo si è registrata una perdita secca. Il 5 novembre scorso è stato firmato un accordo quadro su multiservizi e cooperative sociali. Con noi vi sareste dovuti incontrare”. Santoro risponde: “Noi abbiamo fatto un accordo sindacale ed inviato pec. Abbiamo dato le proposte scritte per ben tre volte. Per me vale quella di oggi”. Ayala rimarca: “Per il commercio avreste dovuto incontrare le categorie regionali, quindi, noi”. Ma il Prefetto interviene : “Siamo qui per cercare una soluzione nell’interesse dei lavoratori”.

Si pone l’attenzione poi sul fatto che alcuni lavoratori (4 o 5)  con il nuovo contratto sarebbero inquadrati anzichè al IV livello, al III. “Io mi attengo al bando del capitolato”- rimarca Santoro.

“Per firmare i contratti si deve rettificare il numero delle ore che il remunerativo”- ribadiscono i sindacati. “Noi dobbiamo partire – afferma Santoro –  L’ente ci ha chiesto quelle ore e noi facciamo i contratti per quelle ore- Faremo le dovute verifiche e vedremo di applicare il contratto migliorativo a livello regionale”.

“Alla Asl – interviene Schiavetti – si chiede il superamento della spending review e mettere le ore a disposizione perché chiunque abbia voglia possa recuperarle. Noi vogliamo che i lavoratori sottoscrivano questo contratto e non perdano il posto di lavoro!”

La dott.ssa Velardi precisa: “Ci sarà una riqualificazione degli operatori del centralino. La maggior parte andranno al Cup. Oggi questi lavoratori non fanno solo centralino, ma sono formati ed integrati nei servizi. Ecco perché il personale va riqualificato ed inserito nel settore più idoneo. Sarà per loro un miglioramento”.

Anche il sindaco di Viterbo, Giovanni Arena, nella stessa mattinata, ha incontrato a Palazzo dei Priori, una delegazione dei lavoratori del Cup per sentire le loro rimostranze.

(foto di Tuscia Times).

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Porta della Verità, una realtà controcorrenteLEGGI TUTTO
VITERBO- Riceviamo da Luca Della Rocca e pubblichiamo: ” A Viterbo solo centri commerciali, I piccoli negozi chiudono con sempre più
Anche gli studenti del “Di Vittorio” partecipano alla giornata in ricordo delle vittime delle mafieLEGGI TUTTO
LADISPOLI (Roma) – Favorire una solida educazione al senso civico, promuovere la cultura della legalità, insegnare il valore profondo del
Gallese celebra la Giornata internazionale della DonnaLEGGI TUTTO
GALLESE (Viterbo) –  Proseguono gli eventi dedicati alla donna nel comune della Tuscia. Il Comune di Gallese, Assessorato alla Cultura,
Matteo Cianchelli torna da Gubbio con il titolo di Campione Italiano Studentesco 2019 di Corsa Campestre Allievi Dir.LEGGI TUTTO
GUBBIO- Ci si attendeva da Matteo Cianchelli una bella prova nei Campionati Italiani Studenteschi di Corsa Campestre, che si sono
Il 24 marzo la Motobenedizione 2019 in piazza San LorenzoLEGGI TUTTO
VITERBO- Dopo il successo degli  anni scorsi , torna anche quest’ anno la Motobenedizione , giunta alla sesta edizione.Ufficiata da
Il pizzaiolo napoletano Ciro Ascione volerà in RussiaLEGGI TUTTO
Il prossimo settembre il pizzaiolo napoletano Ciro Ascione , volerà in Russia esattamente a San Pietroburgo per insegnare presso la
Applicazione della legge regionale sulla rigenerazione urbana e sul recupero edilizio, l’approvazione in consiglio comunaleLEGGI TUTTO
VITERBO – “Ieri abbiamo approvato in consiglio comunale un provvedimento molto atteso. Una delibera che si riallaccia alla legge regionale
All’Unitus il concerto del pianista Walter Fischetti, sabato 23 marzoLEGGI TUTTO
VITERBO – Il Concerto di sabato 23 marzo, ore 18.00 all’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo (Auditorium di S. Maria in
Inaugurati i “Boschi E.on” per la città di PomeziaLEGGI TUTTO
POMEZIA – Nella ricorrenza della Giornata internazionale delle foreste, si è svolta questa mattina presso la Sala Consiliare del Comune di Pomezia
Eutanasia, l’associazione Luca Coscioni in piazza dal 22 al 24 marzo in 45 città italianeLEGGI TUTTO
Associazione Luca Coscioni dal 22 al 24 marzo sarà presente con 93 tavoli in 45 città per la campagna di