Da metà ottobre è scattato il controllo sui conti correnti: l’anagrafe Tributaria riceverà tutti i dati di inizio e fine anno

A partire dalla fine di ottobre è scattato il controllo sui conti correnti.L’Anagrafe Tributaria riceverà tutti i dati di inizio e fine anno,acquisti fatti con carta di credito,informazioni su titoli e depositi,bonifici effettuati e ricevuti,ricariche telefoniche.bancomatDal 2006 l’Anagrafe Tributaria si limitava a conoscere il numero dei c/c intestati a ciascuna persona.Con il decreto” salva Italia “del 2011,del governo Monti,la riforma dell’Anagrafe Tributaria è stata voluta per

creare una rete antievasione. I controlli partiranno dai dati del 2011,con i dati del 2012 l’anagrafe sarà aggiornata a marzo del 2013,mentre per i dati dell’anno corrente la trasmissione avverrà entro il 20.4.2014.Il nuovo database servirà a costruire gli “elenchi di rischio”,che indicheranno al Fisco la platea di soggetti sui quali concentrare verifiche e controlli.

Una rete dedicata,criptata,tracciabile e con limitate possibilità di accesso viene utilizzata per la trasmissione dei dati.I dati sui c/c degli italiani, previsti in 600 milioni,potranno essere conservati al massimo per 6 anni.

   

Leave a Reply