Deposito di scorie nucleari, il NO del Comitato per la salvaguardia del territorio di Arlena di Castro

Il Comitato per la salvaguardia del territorio di Arlena di Castro ha preso atto che molti Comuni della Tuscia hanno deliberato la loro contrarietà per la localizzazione nel loro territorio del Deposito Nazionale dei Rifiuti Radioattivi.
Oltre alle osservazioni, in questi giorni i Comuni di Gallese e di Ronciglione in Consiglio Comunale hanno deliberato quanto segue:
1) Non presentare l’autocandidatura ad ospitare il Deposito Nazionale dei Rifiuti Radioattivi e dell’annesso Parco Tecnologico;
2) Mettere in atto tutte le azioni ritenute necessarie per escludere il loro territorio da tale localizzazione;
3) Supportare e sostenere tutte le iniziative adottate dai Comuni e/o altri Enti che abbiano gli stessi obiettivi nei confronti dei territori limitrofi;
4) Mettere al corrente la cittadinanza pubblicizzando l’iter operativo per tale localizzazione.

Le ragioni del NO al Deposito Nazionale sulla Tuscia sinteticamente sono :
-Presenza di vulcani in quiescenza, quali il Lago di Bolsena e il Lago di Vico;
-Presenza di falde acquifere superficiali diffuse;
-Presenza di un enorme acquifero vulcanico diffuso (acque termali);
-Sismicità delle aree;
-Vicinanza dei centri abitati;
-Presenza di coltivazioni di pregio (DOP, IGP);
-Presenza di numerose Aree Naturali Protette;
-Presenza diffusa di emergenze archeologiche;
-Inadeguata viabilità.

Ricordiamo che il nostro piccolo territorio di soli 22,3 km quadrati, è interessato da ben quattro siti con le seguenti estensioni : VT-28 Arlena di Castro-Tuscania di 295 ettari; VT-30_A Arlena di Castro – Piansano-Tuscania di 323 ettari; VT-32_A Arlena di Castro-Tessennano-Tuscania di 319 ettari; VT-32_B Arlena di Castro-Tuscania di 178 ettari.

La domanda che quindi ci poniamo è se la nostra Amministrazione, oltre alle osservazioni già fatte dall’Avvocato Marchetti, possa fare una delibera che impegni il Sindaco e il Consiglio tutto a tutelare il proprio territorio e ad intraprendere azioni decise ed idonee a stimolare l’Amministrazione Provinciale e l’Amministrazione Regionale affinché diano attuazione a tutte le iniziative politiche necessarie a tutelare l’intero territorio della Provincia di Viterbo e far si che la scelta della localizzazione non ricada su nessuna delle aree indicate sulla CNAI interessanti i Comuni della nostra Provincia.

Il Comitato per la salvaguardia del territorio di Arlena di Castro

Per ulteriori info: 340.9895291

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE