Diritti degli agenti di polizia penitenziaria, stato di agitazione a Velletri

VELLETRI ( Roma) – Riceviamo dall’USPP di Velletri e pubblichiamo: “Il provveditore, in prima mattinata, ha preso contezza dei numeri disastrosi a Velletri e, tra le altre cose, l’ho invitato ufficialmente a consultare il web ove troverà centinaia e centinaia di ferie non godute per ogni poliziotto, in tutti i ruoli, per mancanza di personale in un mondo in cui colleghi si vedono negare continuamente i propri diritti soggettivi.
A differenza di tale situazione, i diritti dei detenuti sono garantiti in toto. Come USPP, in unione con le altre sigle, dopo aver rimarcato la nostra seria preoccupazione in vista del piano ferie, abbiamo deciso che il provveditore interceda presso il dap per valutare da subito interpello straordinario. La riunione si è conclusa con i punti del provveditore e l’immediato colloquio con Parisi, capo del personale, il quale ha fatto intendere che individuerà qualche unità, ma pochi spiccioli, sulle cinque unità da inviare in distacco per supportarci quest’estate, penso su base volontaria.
L’agitazione continua”.

Print Friendly, PDF & Email