Università Unimarconi

Disabilità, Maselli replica all’associazione Luca Coscioni

L’Assessore della Regione Lazio: «Nessun allarmismo, il Piano prevede una trasformazione dei contributi in acquisto di servizi professionali»

ROMA – «Il comunicato stampa rilasciato nelle scorse ore dall’Associazione Luca Coscioni riporta delle informazioni sbagliate, che rischiano di alimentare un ingiustificato allarme tra le famiglie degli utenti in condizioni di disabilità gravissima del distretto sociosanitario di Viterbo (VT A). Il Piano Nazionale della Non autosufficienza 2022 – 2024 prevede che, in tutte le regioni, si proceda ad una progressiva trasformazione dei contributi economici erogati alle persone con disabilità in acquisto di servizi professionali». Lo ha dichiarato l’assessore all’Inclusione sociale e ai Servizi alla persona della Regione Lazio, Massimiliano Maselli. «Tuttavia, nel Piano regionale è previsto che questa trasformazione avvenga in modo graduale (con un incremento dei servizi del 10% ogni anno), e inizialmente solamente per gli anziani (over 65 anni) con elevato bisogno assistenziale. Questa graduale introduzione dei servizi acquistati da operatori professionali riguarderà inizialmente solamente i nuovi utenti, presi in carico per la prima volta, e non gli utenti in continuità assistenziale. La Regione Lazio ha già preso contatto con il distretto interessato per tranquillizzare gli utenti. Nei prossimi giorni, si incontreranno i rispettivi uffici per concordare le modalità puntuali di come attuare correttamente le nuove disposizioni previste dal piano», ha concluso l’assessore, Massimiliano Maselli.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE