Domenica 8 dicembre nella Capitale l’omaggio dei ciclisti romani alla Madonna del Divino Amore con il ciclopellegrinaggio

A Roma l’8 dicembre è unasantuario del divino amore roma data molto sentita nel panorama ciclistico capitolino: chi è in possesso di una bicicletta, chi ama lo sport delle due ruote ma è “devoto” alla Madonna del Divino Amore, risponde “presente” al tradizionale ciclopellegrinaggio in occasione della giornata del ringraziamento alla Santa Patrona del ciclismo del Centro-Sud Italia.

La manifestazione, sotto l’egida della Federciclismo Lazio e del Coni, è allestita per mano del Bici Club Divino Amore in ricordo del presidente del comitato regionale Domenico Maurizi che ha dedicato anima e corpo all’organizzazione del ciclo-pellegrinaggio nelle prime 25 edizioni. Dal 1988, il Bici Club Divino Amore, in seno all’omonima polisportiva, ha ereditato la macchina organizzativa dell’evento cicloturistico come sempre aperto a tutti gli appassionati, sportivi, vecchie e nuove glorie del ciclismo romano, laziale e non solo.

L’appuntamento per tutti i “ciclopellegrini” è fissato alle 8:30 presso l’ex Velodromo Olimpico all’Eur in viale della Tecnica. Partenza prevista alle 9:45, si attraverseranno in successione Viale dell’Oceano Pacifico, il PalaLottomatica, il Laghetto dell’Eur, Viale Cristoforo Colombo, Piazza dei Navigatori, Porta Ardeatina, Piazzale Numa Pompilio, Porta San Sebastiano, Via Appia Antica, la Chiesa del Domine Quo Vadis, Via Ardeatina, Fosse Ardeatine e conclusione al Santuario del Divino Amore dopo 25 chilometri. Prima del via, ciascun responsabile delle società presenti al raduno di partenza, è tenuto a segnalare al personale dell’organizzazione l’elenco e il numero dei ciclisti per la classifica finale di merito. L’arrivo dei partecipanti, previsto nel piazzale dell’oratorio, all’ingresso della Torre del Primo Miracolo, sarà allietato da un caldo ristoro. Sarà un’edizione particolare per il romano Leonardo Giordani che fino a quest’anno ha vestito la casacca della Vini Fantini-Selle Italia: l’ex iridato under 23 su strada e vincitore del Giro delle Regioni nel 1999, molto devoto alla Madonna del Divino Amore e alla quale aveva già donato la maglia di campione del mondo conquistata a Verona, ha ufficializzato il ritiro dall’attività professionistica e nel contesto del ciclo-pellegrinaggio è pronto a donare il casco indossato nella stagione appena conclusa con la formazione giallo-fluo di Luca Scinto e Angelo Citracca. Il neo Rettore del Santuario, Don Fernando Altieri, ha annunciato la sua presenza per impartire a tutti partecipanti e agli ospiti una benedizione augurale oltre a celebrare la Santa Messa prevista per le 11:00 nel nuovo santuario. Al termine della funzione, ci saranno le premiazioni che riguarderanno la società più numerosa, l’atleta più giovane e meno giovane tra i partecipanti.

Il comitato organizzatore del Bici Club Divino Amore intende ringraziare l’VIII Municipio, il Comando Vigili Roma Capitale, il servizio di scorta tecnica Vessella coordinata con la direzione di corsa a cura di Agildo Mascitti, l’Associazione Europea degli Operatori di Polizia e i partner Cicli Lazzaretti, Cicli Capobianchi, New York Bar Pasticceria, Banca Credito Cooperativo di Roma, Arti Grafiche Cittadino, Officina Fratelli Silvestri, Ristorante-Pizzeria Al Molino e Carrozzeria Sergio Rossi&Figli.

   

Leave a Reply