Donne che fanno la storia: Olimpia Maidalchini in Pamphili

di AURORA MONTANARO-

Un papato al Profumo di Donna; e Principato fu…

Anno domini 1645 Papa Innocenzo X fa una permuta di beni col Capitolo Vaticano e con le possidenze e i fabbricati di San Martino e dello territorio crea un Principato feudale dandone l’investitura alla propria cognata Donna Olimpia Pamphili e suoi discendenti, istituendo contemporaneamente nella chiesa un capitolo di canonici con a capo un Abate mitrato avente giurisdizione episcopale su tutto il territorio feudale. La detta Donna Olimpia, della famiglia viterbese dei Maidalchini, era vedova del nobile Paolo Nini pure di Viterbo, quando passo a nozze quasi sovrane, sposando il fratello di Papa Innocenzo, Panphilo Panphilj.

Ella era una Donna d’ una natura sobria di parole nelle compagnie ordinarie delle dame, ma tanto più parlava quando si trattava di discorrer con gli uomini…
Donna intelligente, astuta e avida lungimirante nella politica romana e viterbese, tanto che nel volgo risuonava una filastrocca di bocca in bocca..

” Se sarà Panfilo Papà
Io vi giuro, o Barbarini,
Che la nostra Maidalchini
Vi farà del capo rapa”

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE