E’ record per il numero di bottiglie di spumante italiano vendute all’estero, secondo la stima della Coldiretti

Aumenta il numero di bottiglie di spumante stappate per Capodanno. Si stima che tra poche ore saranno stappate all’estero 140 milioni di bottiglie di spumante italiano. Si tratta di un vero record. Lo spumante italiano ha, infatti, registrato un incremento dellecapodanno2014 esportazioni all’estero del 16% per un importo stimato in oltre 700 milioni per tutto il 2013. Sono questi i dati forniti da un’indagine della Coldiretti sulla base di dati Istat nei primi nove mesi del 2013. Il miglior esportatore

del nostro spumante è la Cina che registra un 101% in più di bottiglie esportate, ovvero un aumento circa pari al doppio del passato anno. Segue poi la Russia con il 31% delle esportazioni. Ma le bollicine italiane tirano anche nel Regno Unito con un incremento delle esportazioni del 50% ed anche negli Stati Uniti le esprotazioni di spumante made in Italy registrano un incremento del 24%. L’Italia mira anche ad estendere il mercato estero, tanto che in Australia si è avuto un aumento di un 72% delle esportazioni di spumanti italiani. La Coldiretti sottolinea che questi ottimi risultati non possono che trainare l’intero settore dei vini. Ed in effetti si è registrato un incremento dell’8% sempre riferito alle esportazioni. Secondo l’indagine della Coldiretti l’86% degli italiani non rinuncia allo spumante e soltanto l’11% opta per lo champagne. L’associazione, infine, stima che complessivamente, a fine anno, saranno 290 milioni le bottiglie di spumante italiano esportate all’estero. Un numero superiore a quelle consumate in Italia se si considera che nel 2013 sono state prodotte oltre 440 milioni di bottiglie.

   

Leave a Reply