Elezioni comunali 2018, il prof Botondi sceglie Ciambella e si presenta

VITERBO- Rinaldo Botondi docente dell’Unitus, candidato consigliere comunale nella lista Pd Ciambella sindaco, si presenta: “Ho deciso di partecipare a questa competizione elettorale perché penso che sia quasi un dovere(ed eventualmente sarà un privilegio) potersi occupare delle “cose” che fanno parte della mia vita quotidiana: si tratta infatti di poter dare un contributo alla città in cui vivo fin da bambino e dove vivono i miei cari.

Conosco bene Luisa Ciambella e so quanto lei abbia a cuore Viterbo e possegga le capacità e la passione per poter amministrare al meglio questa meravigliosa città. Da più di trenta anni svolgo la mia attività presso l’Università in cui ho ricoperto nel tempo vari ruoliinambitotecnico/scientifico.Oggi faccio ricerca ed insegno materie nel settore agroalimentare agli studenti.

Negli anni trascorsi presso l’Università, oltre alla mia professione, ho potuto conoscere e potermi occupare di differenti temi di interesse collettivo, molti di questi per me formativi, riguardanti i settori sociali, culturali, sportivi e ricreativi. Ciò è stato possibile in quanto per 18 anni sono stato responsabile del Circolo Ricreativo e, successivamente, a partire dalla sua istituzione e fino ad oggi, attraverso la mia attiva partecipazione al Sistema Welfare di Ateneo. Queste impegnative, ma ricche esperienze realizzate a contatto con giovaniuniversitari, colleghi di lavoro e loro famiglie mi hanno permesso di conoscere e d’interessarmi di aspetti e problemi di vario genere che fanno parte della nostra vita: a partire dal riscontro delle sempre maggiori difficoltà economiche vissute da un numero crescente di famiglie, alle complessità di natura sanitaria, piuttosto che alle difficoltà relative all’inclusione sociale, culturale, etnica o di genere.

Ho potuto confrontarmi inoltre sulle oggettive difficoltà che talvolta si presentano nel quotidiano, come ad esempio: i disagi vissuti da molte persone (studenti in particolare) per l’accesso agli affitti come, d’altra parte, la ormai inderogabile necessità di migliorare itrasportipubbliciurbaniedextraurbani per portarli a livelli standard più adeguati alla città ed al territorio,ed ancora,la garanzia della tutela della sicurezza dei cittadini nei luoghi comuni, piuttosto che l’importanza della creazione ed il sostegno di “attività e spazi aggreganti” destinati alle iniziative culturali, sportive e ricreative.

Oggettivamente, è certamente possibile contribuire a migliorare la situazione attuale ….. Anche per il nostro prezioso patrimonio ambientale (gestione degli spazi verdi e delleareeurbane, qualità dell’aria, gestione dei rifiuti), sportivo (disponibilità ed riorganizzazione di centri sportivi pubblici e privati) e per l’incentivazione del turismo culturale e di massa possiamo e dobbiamo fare di più.

L’esempio da seguire proviene da alcune città non molto distanti dalla nostra – per l’organizzazione strutturale e la ricettività turistica cito ad esempio Orvieto e Siena che hanno parecchie affinità storico/culturali con Viterbo – che attraggono molta gente grazie ad una serie di differenti iniziative storiche, artistiche, culturali e sportive accompagnate da promettenti ed allettanti proposte di itinerari enogastronomici. A mio parere, ciò può essere realizzato anche a Viterbo, con un minimo sforzo, condividendo ed utilizzando al meglio contributi e competenze eccellenti di realtà pubbliche e private già presenti sul nostro territorio e, ad oggi, solo marginalmente coinvolte (collaborazioni con Università, Beni culturali, associazioni, enti, circoli, ecc.). E’ a partire da queste esperienze e convinzioni che ho deciso di presentare la mia candidatura al Consiglio Comunale e, attraverso il vostro sostegno, mi auguro che sarà possibile dedicare il mio impegno alla città”.

Rinaldo Botondi – rinaldobotondi@yahoo.it

Print Friendly, PDF & Email