Elezioni politiche: Fdi primo partito, eletti Rotelli, Trancassini e Durigon

di REDAZIONE-

VITERBO- Fratelli d’Italia è il primo partito con il 37%. Per la Tuscia sono stati eletti Mauro Rotelli, Claudio Durigon, Paolo Trancassini e Francesco Battistoni. In sostanza Fdi si piazza bene nei tre collegi uninominali della Tuscia, senato e due della Camera: due su tre sono, infatti, di Fdi: Rotelli e Trancassini, mentre il terzo, Durigon è della Lega, eletto con la coalizione, grazie al risultato raggiunto dal partito di Giorgia Meloni. Durigon ha ottenuto 216942 voti pari al 52,03%.  Alessandro Mazzoli, candidato del centrosinistra con 90040 si ferma al 21,59%. Seguono Massimo Erbetti del M5S con 57626 voti pari al 13,82%, Alessandro Sterpa per Calenda con 24877 voti pari al 5,97%, Paolo Cipollone con 8156 voti pari all’1,96%, Ivano Peduzzi di Unione popolare con 6530 voti pari all’1,57%, Andrea Alquati di Italia Sovrana con 6333 voti pari all’1,52% ed infine Arnaldo Marchetti detto Nando del Pci con 3488 voti pari allo 0,84%.  Il deputato viterbese uscente, Mauro Rotelli è stato confermato con il 53, 34% pari a 100.679 voti quando sono stati scrutinati  345 sezioni su 375. Seguono Linda Ferretti del centrosinistra con 39948 voti pari al 21,16%, Cicoria Rosita del M5S con 25947 voti pari al 13,75%, Luisa Ciambella di Calenda- Italia Viva con 11738 voti pari al 6,22%, Ranieri Stefania di Italexit con 4342 voti pari al 2,30%, Nisi Andrea di Italia Sovrana e Popolare con 3693 voti pari all’1,64%, Ranieri Massimo detto Stronberg con 2999 voti pari all’1,59%. Fratelli d’Italia si attesta al Senato primo partito con il 26,12%. Nel centrodestra la Lega prende l’8,90%, Forza Italia l’8,27% e Noi Moderati il 0,89%. Sempre al Senato il Pd si colloca con il 18,99%, Alleanza verdi e sinistra con il 3,54%, + Europa con il 2.94%, Impegno civico Luigi Di Maio con lo 0,57%. Il M5S raggiunge il 15,43%, Calenda Italia Viva al 7,73%, Italexit all’1,87%, Unione popolare all’1,34%, Italia Sovranista e popolare all’1,12%, De Luca sindaco d’Italia lo 0,93%, Vita lo 0,72%, Pci  lo 0,26%, Mastella lo 0,15%,Alternativa per l’Italia lo 0,06%, Partito animalista lo 0,06%, partito comunista dei lavoratori lo 0,02%, Destre unite lo 0,01%, Forza del popolo 0.

Fratelli d’Italia alla Camera si attesta al 26,09%. Nel centrodestra la Lega arriva all’8,82%, Forza Italia all’8,11%, Noi Moderati lo 0,92%. Per il centrosinistra sempre alla Camera, il Pd ottiene il 19,11%, Alleanza Verdi e sinistra il 3,64%, + Europa il 2,83%, Impegno civico Luigi Di Maio, lo 0,60%. Il Movimento 5 Stelle ottiene il 15, 30%, Calenda Italia Viva il 7,76%, Italexit 1,91%, Unione popolare l’1,43%, Italia Sovrana e popolare l’1,24%Vita 0,72%,  de Luca sindaca d’Italia lo 0,70%, Mastella lo 0,16%, Pci lo 0,09%, partito animalista lo 0,08%, Alternativa per l’italia lo 0,06%.

Nell’altro collegio della Camera, che comprende i comuni attorno a Civita Castellana, insieme a Rieti e la provincia nord di Roma, il candidato uninominale  del centrodestra Paolo Trancassini è al 50,98% (434 sezioni su 435), Alessandra Clementini per il centrosinistra al 23,08%, Roberto Casanica (M5s) al 14,27%, Vincenzo Marcorelli (Calenda) al 6,15%.

Per l’uninominale, c’è anche il candidato della Tuscia Francesco Battistoni (FI), candidato per il centrodestra nel collegio di Ascoli Piceno nelle Marche. Il sottosegretario uscente è confermato con il 47,66% delle preferenze. Alessandro Battilocchio, nato a Tolfa e candidato in un collegio di Roma, è stato eletto con il 39,78%. Invece, per la parte proporzionale, con i nomi nelle liste bloccate ci sono Umberto Fusco (Lega)  con una strada in salita e  Filippo Rossi (Azione) con poche possibilità. Nel collegio romano è presente invece il consigliere regionale Enrico Panunzi (Pd) e Massimo Giampieri (FdI). Paolo Bianchini Italexit è sotto la soglia del 3%, quindi, fuori.

Print Friendly, PDF & Email