Esodo di Ferragosto: Code autostradali e annegamenti, attenzione alla sicurezza

di REDAZIONE-

L’atteso esodo di Ferragosto ha portato a una significativa diminuzione della popolazione nelle città italiane, ma ha anche causato gravi congestioni del traffico autostradale, con il fine settimana delle partenze per le vacanze classificato come “bollino nero”. Come previsto, si sono verificate lunghe code e, purtroppo, anche incidenti, tra cui uno sull’autostrada A1 Milano-Napoli. Fortunatamente, non ci sono state vittime, ma l’incidente ha coinvolto sette veicoli, causando notevoli rallentamenti nella tratta tra Anagni e Colleferro.

Le conseguenze di questo incidente hanno comportato ore di traffico congestionato. Nel frattempo, durante questo fine settimana estivo, si sono verificati tragici annegamenti. Un ragazzo di diciassette anni è morto a Lesina, nel Foggiano, mentre faceva il bagno con suo padre. Nonostante gli sforzi di un bagnino e di altri turisti presenti, il giovane non è stato salvato. Nel ramo lecchese del Lago di Como, un uomo di 32 anni è annegato, forse cercando sollievo dalle alte temperature.

La giornata di esodo, soprattutto nella prima parte fino alle prime ore del pomeriggio, è stata caratterizzata da strade e autostrade congestionate. Gli imbarchi a Villa San Giovanni per la Sicilia hanno registrato tempi di attesa di circa tre ore, causando ulteriori rallentamenti. Sulla A10, tra Arenzano e Albisola, si sono verificate code lunghe, con una coda di 6 km a causa del traffico intenso.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE