“Finito il tempo dei convenevoli, ora convinceremo i viterbesi a darci fiducia”

di DIEGO GALLI –

VITERBO – È una lista eterogenea quella presentata allo Chalet Garbini dalla Lega. A fare gli onori di casa il senatore Umberto Fusco, il deputato e coordinatore della Lega Claudio Durigon e, ovviamente, il candidato Claudio Ubertini.

Il deputato Claudio Durigon

“Ci sono stato vari attacchi – ha esordito Fusco – da dei siti, non delle vere testate giornalistiche, che ci hanno accusato di avere tra i nostri candidati 15 persone non residenti a Viterbo. Queste accuse le respingo al mittente, perché false”. Lo scudo di difesa del senatore è stato eretto a difesa dei molti volti nuovi che la Lega ha presentato per la prima volta al panorama politico di Viterbo”.

Trasparenza, coerenza e pragmatismo sono il focus degli aspiranti consiglieri, che si sono presentati, uno a uno, davanti alla nutrita platea di persone sopraggiunte per l’occasione. Tra il pubblico, anche molti amministratori locali, come il sindaco Tuscania Fabio Bartolavci e il vicesindaco di Civita Castellana Andrea Sebastiani.

“Noi abbiamo dalla nostra la forza del fare – ha dichiarato l’ex consigliere e capogruppo Andrea Micci, nuovamente candidato – non deve mai essere sottovalutata”. Accanto a lui, a ri-presentarsi, anche gli altri ex amministratori Carlo Marcoaldi, Vittorio Galati, Elisa Cepparotti, Ludovica Salcini e Stefano Evangelista, tutti concordi sul fatto che “Se si vuole davvero il bene della città si deve investire su Claudio Ubertini”, come sottolineato da Galati.

Il candidato Claudio Ubertini

“Siamo riusciti a instradare in questi tre difficili anni molti progetti che presto saranno conclusi – ha proseguito poi l’ex presidente del consiglio comunale Evangelista – Anche per questo vi chiedo di darci nuovamente fiducia. Viterbo è una città impegnativa, ma ce la metteremo tutta perché Viterbo merita qualcosa di bello e di grande”.

A chiudere la conferenza il candidato Claudio Ubertini, che ha sottolineato come ora sia scaduto il tempo per i convenevoli. “Adesso andremo a convincere i viterbesi a darci il voto. Abbiamo già fatto tanto, come portare 37,5 milioni di euro per rivitalizzare la città, ma c’è tanto altro che vogliamo e possiamo fare”.

Print Friendly, PDF & Email