Fiorenzo Mascagna ha riempito il Caffè Letterario

(m.a.g.) –

VITERBO –   Gli incontri del Caffè Letterario hanno ripreso il via venerdì 8 gennaio con la presentazione del libro “Orizzonti linguistici dell’arte”, autore il poliedrico prof Fiorenzo Mascagna che ha di fatto riaperto la stagione dei seminari di Scienza dell’arte tenuti con successo, da settembre a novembre 2015, nel suo studio artistico di Via San Pellegrino.

Piccoli miracoli della cultura: un quarto d’ora prima dall’inizio della conferenza le sedie erano tutte vuote. Un quarto d’ora dopo non ce ne erano a sufficienza per accogliere i partecipanti all’evento. Quello che è parso evidente è che quella cosa semplice accompagnata da pochi cartoncini di invito ma sostenuta da un bel passa parola ha funzionato.

pubblico Caffè Letterario
pubblico Caffè Letterario

La domanda a questo punto è se si sia concluso un percorso didattico o se invece se ne sia aperto uno nuovo. Visto che Fiorenzo Mascagna ha dato la sua disponibilità per altri incontri, c’è da scommettere che ci saranno nuovi appuntamenti di scienza dell’arte al Caffè Letterario.

Quello che ieri avrebbe dovuto essere un seminario conclusivo si è trasformato quindi in entusiastica adesione ad un nuovo programma di studi. Di queste cose belle che succedono lontano dai palazzi dell’ufficialità se ne sente il bisogno, soprattutto perché hanno quella spontaneità qualitativa che molto spesso manca.

Fiorenzo Mascagna, attraverso la sua appassionata esposizione delle tematiche presenti nel manuale presentato, tra l’altro cucito a mano e interamente allestito nel suo studio, ha sollevato la necessità di un attivismo culturale da far interagire con il bisogno di sapere di una comunità attenta ai contenuti. L’appuntamento di venerdì è servito per accorgerci che questa attenzione esiste.

 

Print Friendly, PDF & Email