Università Unimarconi

GdF Viterbo, contrasto al traffico di stupefacenti: eseguiti 2 arresti per detenzione ai fini di spaccio

TARQUINIA (Viterbo) – Rimane sempre molto elevata la soglia di attenzione da parte delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Viterbo, a contrasto dell’illegalità diffusa nel territorio viterbese.

In tale contesto, i finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Tarquinia nell’ambito di una capillare azione di controllo del territorio, nel corso di queste ultime settimane, hanno predisposto specifici servizi finalizzati alla prevenzione ed alla repressione degli illeciti traffici sul territorio di competenza, anche con ausilio delle Unità Cinofile di Civitavecchia.

L’efficacia della costante presenza dei finanzieri sul territorio ha consentito l’effettuazione di numerosi controlli all’esito dei quali, in particolare, si è proceduto all’arresto di 2 persone di origini albanesi incensurate, trovate in possesso di grammi 109 di sostanza stupefacente del tipo cocaina. Sono state, inoltre, deferite all’Autorità Prefettizia n. 11 persone trovate in possesso, per uso personale, di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e hashish, n. 6 delle quali destinatarie anche di provvedimento di ritiro della Patente in quanto trovate alla guida delle rispettive autovetture all’atto del rinvenimento della sostanza stupefacente.

L’avvio della stagione estiva, con conseguente incremento di popolazione lungo il litorale, rendono
indispensabile l’intensificazione da parte della Compagnia di Tarquinia delle attività di contrasto di ogni genere di illecito perpetrato, in modo da mantenere sempre elevata la soglia di attenzione verso l’illegalità diffusa nel territorio.

L’azione incessante di prevenzione e di contrasto ad opera delle Fiamme Gialle, si pone come obiettivo primario il costante mantenimento della sicurezza e della legalità a tutela dell’intera collettività.

Il presente comunicato viene diramato facendo presente che, in attesa di giudizio definitivo, sussiste la presunzione di non colpevolezza per gli arrestati.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE