Gestire le emozioni per migliorare l’apprendimento (VIDEO)

di MARIELLA ZADRO-

VITERBO-  Sarebbe importante organizzare a Viterbo un polo scientifico per il progetto “SCHOOL EMPATHY PROJECT” per non disperdere la ricchezza rappresentata da tanta professionalità presente sul nostro territorio.
Questo l’auspicio a conclusione del convegno organizzato oggi 24 novembre presso la Sala Conferenze dell’Amministrazione Provinciale in Viterbo.
Il progetto, nato ben 25 anni orsono, ha visto la sua realizzazione proprio circa un anno fa, quando si è iniziato a sperimentare la Didattica delle Emozioni con gli alunni di alcune classi dell’Istituto Comprensivo “Pio Fede” di Vitorchiano e Istituto Comprensivo “Silvio Canevari” di Viterbo.
Ideato dalla dott.ssa Rosanna Schiralli e la sua équipe di psicologi (dott.Ulisse Mariani, dott.ssa Mariagrazia Mari, dott.ssa Martina Pontani), in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Clinica dell’Università de L’Aquila, il Dipartimento di medicina molecolare dell’Università Federico II di Napoli, l’Ateneo San Raffaele di Milano e la Società Italiana di Psiconeuroendocrinoimmunologia SIPNEI di Roma.
Presenti al convegno: Mauro Bologna dell’Università de l’Aquila, Francesco Bottaccioli Ateneo S. Raffaele di Milano e Lorenzo Chiariotti dell’Università Federico II di Napoli, che hanno seguito l’evolversi del progetto, riconoscendogli l’indubbia validità nel processo evolutivo della prima infanzia.
La sindaca Chiara Frontini, impegnata fuori Viterbo per impegni istituzionali, ha inviato un video messaggio, che si è concluso con la promessa d’ organizzare molto presto, nella nostra città, il Festival delle Emozioni; inoltre, sono intervenute le Consigliere Rosanna Giliberto e l’assessore ai Servizi sociali, Patrizia Notaristefano.
Le conclusioni del convegno le hanno sintetizzate i protagonisti del progetto, ovvero i bambini, che hanno comunicato ai presenti come organizzare in classe, l’Ora di Educazione Emotiva.

 

 

Print Friendly, PDF & Email