Giovane ortano sventa rapina a Viterbo

auto-polizia 300x225Un giovane ragazzo di Orte, G.S., ha permesso ieri pomeriggio alle forze dell’ordine di individuare una piccola baby-gang protagonista negli ultimi tempi di numerosi furti nella zona del centro di Viterbo. I ladri avevano prelevato una borsa dalla macchina del padre del ragazzo, ma non si erano ancora allontanati quando il giovane li ha visti, ha fermato un loro complice ed ha prontamente avvertito la polizia, consentendo di risalire alle identità dei malfattori.

 

Un gruppo di quattro giovani, tutti minorenni, si era avvicinato alla macchina, una Smart parcheggiata in Via Monte Asolone, probabilmente attratto da una borsa appoggiata su uno dei sedili. Due componenti del gruppo hanno strappato la capotte in pelle e distrutto con un sasso il vetro dell’auto per intrufolarsi nell’abitacolo e sottrarre la borsa. Il figlio del proprietario della Smart, però, è sopraggiunto subito dopo l’accaduto, ha visto i due ladri scappare ed ha immediatamente bloccato i due compagni rimasti fermi, chiamando contestualmente la polizia. Il pronto intervento delle forze dell’ordine ha permesso di rintracciare anche i due fuggitivi, un colombiano ed un marocchino, che hanno riconsegnato il maltolto, sono stati trasportati in questura e sottoposti ad interrogatorio.

Sono stato fortunato a trovarmi nei pressi della macchina – ha dichiarato il giovane ortano – Ho visto i due ladri scappare con una borsa che ho subito riconosciuto essere quella di mio padre, così ho fermato gli altri due componenti del gruppo, un ragazzo e una ragazza, e ho chiesto cosa stesse succedendo. Quando ho notato il sasso usato per rompere il vetro e la capotte strappata, non ho fatto altro che chiamare la polizia, che ha subito rintracciato i ladri. I poliziotti mi hanno detto che già da qualche tempo stavano indagando su una serie di furti di questo genere avvenuti in zona, quindi probabilmente hanno trovato i responsabili.

   

Leave a Reply