“Giovani e colori della legalità” alla presenza del Capo della Polizia di Stato Vittorio Pisani

MONTEFIASCONE ( Viterbo) – Educare alla legalità divertendosi: è la chiave trovata da Juppiter per avvicinare i giovani ai valori di giustizia, rispetto e responsabilità. Una grande festa per celebrare il senso profondo della legalità, ma soprattutto per educare i giovani al rispetto del prossimo e all’inclusione per costruire una società più giusta e consapevole. Questo lo spirito di “Giovani e Colori della Legalità”, l’evento promosso dal Comune di Bagnoregio, Istituto Comprensivo Fratelli Agosti e Juppiter, insieme alla Polizia di Stato, che ha raccolto centinaia di alunni delle scuole del territorio, istituzioni e tante persone che hanno a cuore il futuro dell’Italia.

Una giornata resa ancor più eccezionale dalla presenza del Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Vittorio Pisani, al quale al termine della grande festa dei ragazzi è stata consegnata la cittadinanza onoraria di Bagnoregio.

Sin dalle prime ore del mattino, il Belvedere Falcone e Borsellino ha cominciato a riempirsi di alunni provenienti dai vari plessi dell’Istituto Agosti, rappresentato dalla dirigente, Paola Adami. Studenti, insegnanti, genitori e cittadini, tutti accomunati da un obiettivo condiviso: celebrare la legalità e l’importanza di una società giusta e rispettosa delle regole.

Alla Casa del Vento, il prefetto, Vittorio Pisani, accompagnato dal sindaco, Luca Profili, dal Questore di Viterbo Fausto Vinci e dal presidente di Juppiter, Salvatore Regoli, ha incontrato i “ragazzi speciali” che vivono nella casa-famiglia e nel centro diurno e insieme a loro ha percorso gli oltre trent’anni di storia dell’Associazione, le sedi e le attività che nel corso del tempo hanno coinvolto migliaia di giovani in tutta Italia. È stata anche l’occasione per presentare al Capo della Polizia e alle istituzioni presenti il progetto “Destinazione Capo Nord” che proprio da Bagnoregio, il prossimo 19 giugno, partirà alla volta di Capo Nord, attraversando da sud a nord l’Europa nel segno dell’unità e della pace.

La Carovana di “Giovani e Colori”, scortata per l’occasione da due poliziotti a cavallo, due auto d’epoca, l’affascinante Lamborghini Huracán, due moto e altre autovetture della Polizia di Stato, ha raggiunto Civita di Bagnoregio per continuare la festa, tra giochi, musica, danza e momenti di riflessione. Il serpentone colorato degli studenti ha percorso il ponte fino a giungere a Piazza San Donato mostrando gli striscioni sui quali i ragazzi hanno disegnato e scritto i loro pensieri di legalità e giustizia. I giovani, suddivisi in gruppi, con in mano tanti gessetti colorati, hanno raccontato i propri sogni anche in giro per le strade dell’antico borgo.

“Spero che questa giornata straordinaria vi rimanga nella mente – ha detto il Questore di Viterbo, Fausto Vinci -. La legalità si coltiva sui banchi di scuola. Grazie a Juppiter e alla scuola. Grazie per l’entusiasmo, la passione e la voglia di vivere”.

Prima della consegna della cittadinanza onoraria, il sindaco di Bagnoregio ha sottolineato il grande valore dell’evento. “Rimarrà un ricordo indelebile – ha detto Profili -. Grazie alla Polizia di Stato, al prefetto Pisani, al questore Vinci e a tutte le istituzioni militari e civili presenti. Grazie di cuore a Juppiter e alla scuola. Un evento complesso ma organizzato alla perfezione, che ha ottenuto un risultato straordinario. Dedico questa giornata alle donne e agli uomini che ogni giorno garantiscono la nostra sicurezza e la democrazia nel nostro Paese. Soprattutto a quanti hanno perso la vita per servire lo Stato, specie agli agenti delle scorte uccisi negli attentati di mafia. Abbiamo voluto insignire la Polizia di Stato della cittadinanza onoraria proprio per sottolineare questo”.

Le parole del primo cittadino si ritrovano nella motivazione a corredo della cittadinanza onoraria: “Per l’impegno di tutti gli uomini e le donne che garantiscono l’ordine pubblico, la sicurezza e la legalità, supportando la comunità e le persone fragili anche durante periodi critici e di maggiore difficoltà. Per “Esserci sempre”, rappresentando un esempio per le giovani generazioni”.

“Ringrazio il Sindaco e la comunità locale – ha spiegato il prefetto Pisani ricevendo la massima onorificenza cittadina di Bagnoregio -. Ringrazio i ragazzi, gli alunni delle scuole e chi ha lavorato all’organizzazione di questo bellissima giornata. Ringrazio Juppiter e il suo presidente, Salvatore Regoli, che è stata la locomotiva di questa manifestazione. È un onore per me e per la Polizia di Stato ricevere questa onorificenza che segna la vicinanza del Corpo a questa comunità e a tutte le comunità italiane, dalle più piccole alle più grandi. Come segno di affetto da parte della Polizia di Stato, l’11 luglio pensavamo di ricordare la data della fondazione della Polizia di Stato qui a Bagnoregio con un concerto della nostra Banda”.

All’impegno e all’esempio degli agenti della Polizia si è rivolto il presidente dell’Associazione Juppiter, Salvatore Regoli sottolineando quanto sia determinante “Dare importanza alla prossimità e alla vicinanza che ogni giorno le donne e gli uomini della Polizia di Stato offrono alla nostra società. Un esempio per tutti, soprattutto per chi come noi si impegna nell’educazione dei ragazzi alla legalità.”

A chiudere l’emozionante giornata le note dell’inno d’Italia che hanno unito tutti in un grande abbraccio di speranza e pace.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE