Gli spirituali a Viterbo

di MARCO ZAPPA –

VITERBO – Riprendo l’argomento degli Spirituali dopo la breve sintesi della scorsa settimana. Credo sia tempo ormai di sfruttare al meglio le risorse che la nostra città e il territorio possono offrire dunque, perché non cominciare da quelle vicende che sono accadute in zona?

Del Conclave e dei Papi che hanno soggiornato a Viterbo se ne parla da sempre, Santa Rosa è celebrata attraverso il Trasporto del 3 Settembre e grazie ad opere letterali e musicali mentre della Divina Commedia ci sono tracce al Bullicame e nella Chiesa del Gesù (se non altro sotto forma di targa commemorativa).

Si parla poco di Egidio da Viterbo, figura che interessa più i forestieri che i viterbesi e ancor meno degli Spirituali se escludiamo quelle iniziative portate avanti dalla volontà di piccoli gruppi

Palazzo Papale

culturali, dal vulcanico Console del Touring Club Vincenzo Ceniti o dalla poco acclamata iniziativa Egidio 17 e ancora dalla perseveranza di privati come il sottoscritto, il tutto senza compenso o con pochi spiccioli a disposizione.

Personalmente ho contribuito nel mio piccolo a diffondere la vicenda dell’Ecclesia Viterbiensis attraverso conferenze e articoli, partecipando tra l’altro alla suddetta manifestazione Egidio 17 che ha avuto come scopo principale la diffusione di quanto accaduto nell’arco temporale 1541-43.

Non pago ho pubblicato recentemente un romanzo storico, dal titolo “Michelangelo e il messaggio nascosto” (disponibile su Amazon) che narra proprio le vicende degli Spirituali al fine di diffondere questa storia ad un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo a cominciare dai miei concittadini.

Alla luce da questa disamina mi chiedo come si possa spiegare la limitata risposta della città ad una vicenda così importante.

A chi imputarne la responsabilità?

Intanto metto sul banco degli imputati quei docenti di scuola Media e scuola Superiore che non hanno concesso il proprio tempo all’approfondimento di questa tematica e preferiscono seguire lo schema del libro di testo senza aprire una finestra sugli Spirituali, negando ai propri studenti la conoscenza di quanto accadde intorno al 1541 nel capoluogo della Tuscia.

Ma colpa hanno anche le testate giornalistiche così pronte a scrivere di inutili e futili pettegolezzi legati alla politica locale perdendosi nei piccoli meandri della mediocrità e concedendo poco o nulla alla cultura (la cosa non riguarda quelle come Tusciatimes, questa ed altre sono realmente presenti alle manifestazioni culturali delle quali riportano in modo esaustivo i contenuti).

Responsabile e molto è stata parte della classe politica che ha scelto modi differenti per indirizzare le risorse economiche.

Sono state spese somme ingenti per proiettare luci sui palazzi, per i fuochi artificiali o per spettacoli di basso profilo sociale e culturale ma a una vicenda storica così importante non è stato dato credito, soprattutto negli ultimi anni nei quali, come ho ricordato in precedenza, si è provato ad attirare l’interesse sulla questione; spero che con il nuovo corso politico ci saranno nuovi sviluppi e maggiori risultati.

Liceo Scientifico Statale Ruffini di Viterbo

E allora non voglio tornare sul solito discorso che imputa ai viterbesi mancanza di lungimiranza perché tutto il mondo è paese e frequentando città più ricche e più grandi della nostra ho riscontrato spesso la stessa miopia nei cittadini e nelle amministrazioni.

Probabilmente è un limite italiano quello di non considerare in modo adeguato quanto avvenuto nella nostra ricca storia e di riflesso Viterbo non fa eccezione.

Forse abbiamo troppe cose da esaltare e probabilmente quello che difetta è la scelta ma se andiamo a Lecco è possibile trovare tracce ovunque dei Promessi Sposi di Manzoni, nelle vie, sulle case o nell’improbabile castello dell’innominato, così come a Verona è possibile ammirare il fantomatico balcone di Giulietta.

E allora perché non ricordare il Convento di Santa Caterina in Piazza Dante (oggi sede di un Liceo!!!) ripristinando per esempio la chiesa annessa con il bellissimo trompe l’oeil da restaurare che ne decora il soffitto?

Lì soggiornò Vittoria Colonna e non mi risulta ci sia traccia della sua permanenza (anche se da quelle parti c’è uno spiazzo dedicato a lei ma in stato di abbandono).

Alla Rocca Albornoz soggiornò il legato pontificio Reginald Pole, altro grande personaggio del Rinascimento eppure non esiste nulla che ne attesti la permanenza.

Non vado oltre.

Forse è tempo di svegliarci dal sonno, altrove sono desti da un pezzo.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Scomparsa di don Camillo Gentili, i funerali domani a Castiglione in TeverinaLEGGI TUTTO
CASTIGLIONE IN TEVERINA (Viterbo) – Riceviamo da don Luigi Fabbri, vicario generale e pubblichiamo: “Credo di essere sempre stato a disposizione
Con i Preludi del solista Walter Fischetti la magia contamina l’UnitusLEGGI TUTTO
(m.a.g.) – VITERBO – Ieri, 23 marzo all’Auditorium dell’Università della Tuscia di Viterbo, nell’ambito della XIV Stagione concertistica curata da
Immigrazione, eseguite trenta espulsioni dall’inizio del 2019LEGGI TUTTO
VITERBO – Sono state 30 le espulsioni effettuate a quasi tre mesi dall’inizio dell’anno dagli uomini della Polizia di Stato
La Stella Azzurra-Ortoetruria incontra il Grottaferrata al PalaMalè, alle 18LEGGI TUTTO
VITERBO – Big match stasera al PalaMalè per la Stella Azzurra Viterbo che incontra Grottaferrata, squadra  saldamente in testa alla
Uno spettacolo di magia al Teatro parrocchiale del Murialdo, alle 17LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica, 24 Marzo 2019, a Viterbo, presso il Teatro parrocchiale del Murialdo, si svolgerà un evento ‘magico’. Alle ore
A Vitorchiano una serata in memoria di Luca Scarponi. Raccolti più di duemila euro per l’AmanLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – La vita di Luca Scarponi è stata recisa il 13 febbraio scorso,
A Palma Campania grandi preparativi per la terza edizione della “Crocelle Race Park”LEGGI TUTTO
PALMA CAMPANIA ( Napoli) – Domenica 14 aprile si festeggia il ritorno della mountain bike cross country nella splendida cornice
La Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania spreca troppo, sconfitta dal CuneoLEGGI TUTTO
TUSCANIA ( Viterbo) – Una Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania Volley dai due volti non riesce, nonostante il doppio vantaggio iniziale,
A Corchiano al via un progetto innovativo per ridurre l’uso della plasticaLEGGI TUTTO
CORCHIANO ( Viterbo) – Ieri a Corchiano si è svolto un importante incontro operativo del Bio-distretto della Via Amerina e
Il Vangelo della domenica, III di QuaresimaLEGGI TUTTO
Vangelo Lc 13,1-9 Se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. + Dal Vangelo secondo Luca In quel tempo si