Graffignano, sequestrato piazzale e denunciato l’esecutore materiale per reati edilizi ed ambientali

GRAFFIGNANO ( Viterbo) – Militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Montefiascone, nell’ambito dell’attività di contrasto ai reati ambientali e edilizi messa in campo dall’Arma Forestale nella provincia di Viterbo, hanno accertato a Graffignano, loc. Sipicciano, in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Graffignano, la realizzazione di un piazzale su suolo pubblico mediante conglomerato bituminoso, fresato di asfalto miscelato con altri rifiuti edili, classificati come rifiuti in quanto privi della relativa certificazione (cessazione della qualifica di rifiuto), che rende legittimamente impiegabile il materiale materia prima.

I militari hanno provveduto a porre sotto sequestro penale l’area interessata e segnalato all’Autorità Giudiziaria l’esecutore materiale dei lavori, per il reato di gestione illecita di rifiuti, in violazione al D. Lgs 152/06, di invasione di terreno pubblico, art. 633 c.p., e per avere realizzato il piazzale in assenza del previsto titolo edilizio in violazione al Testo Unico sull’edilizia, DPR 380/01.

PRESUNZIONE DI INNOCENZA

Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE