Grande ritorno del Festival “I Bemolli sono Blu – Viterbo in Musica”

di MARIELLA ZADRO –

VITERBO – Per la 6° edizione del Festival, promosso dall’Associazione Musicale Muzio Clementi, la serata inaugurale il 24 settembre alle ore 18:00 presso l’Auditorium dell’Università degli Studi della Tuscia, nel complesso di S. Maria in Gradi, via Sabotino, 20 in Viterbo, per una straordinaria edizione.

Se ne è parlato questa mattina in conferenza stampa nella Sala Regia del Comune con il Maestro Sandro De Palma direttore artistico del Festival, il presidente della Fondazione Carivit Luigi Pasqualetti, la direttrice organizzativa del Festival Cecilia Colosanti e Vincenzo Ceniti console del Touring Club.

Il filo conduttore, per il terzo anno consecutivo, è il “Romanticismo, il nuovo sentimento della natura “, tema che si è voluto legare alla Tuscia, terra anch’essa splendida e romantica e a Franz Liszt. “Il nostro festival è ormai consolidato sul territorio  – ha affermato il maestro De Palma – e vanta collaborazioni importanti, quali la stagione universitaria, dove sarà inaugurato il cartellone, con i conservatori di Santa Cecilia e di Napoli”. Il maestro De Palma ha anche evidenziato come il festival abbia sempre puntato sui giovani, tanto che la prima edizione era interamente dedicata a loro. I concerti, che vedranno coinvolti 40 eccelsi musicisti per 32 esibizioni si svolgeranno in prevalenza nella Chiesa di San Silvestro, p.zza del Gesù in Viterbo, altro appuntamento (6 ottobre) al Palazzo Gallo, nel cuore del borgo di Bagnaia; nella chiesa Abbazia di San Martino al Cimino (10 ottobre) e presso la Chiesa della Verità in Viterbo (12 novembre) per il concerto di chiusura, con una prima esecuzione assoluta.

Novità di questa edizione la collaborazione con il Media Partner RAI Radio 3 che manderà in onda alcuni concerti della rassegna.

Sono in programma due matinée con prove aperte al pubblico, emergono dalle linee programmatiche del Festival, Piano Solo, Camera Lab, Suoni dello Spirito, Giovani Talenti e Educazione all’ascolto.

Il console del Touring club, Vincenzo Ceniti, ha proposto al maestro De Palma, visto che nel 2023 saranno 500 anni dalla nascita di Orsini e 40 anni dalla morte del compositore Ginestera, di tenere conto di queste date, arricchendo il cartellone con la sua opera Bomarzo.

Il direttore organizzativo Cecilia Colasanti, dopo aver ringraziato Regione e Comune per il sostegno, ha evidenziato come da quest’anno si aggiunge anche il Fus ministeriale, a dimostrazione della bontà del progetto, sostegno che hanno dato anche Unindustria e la Fondazione Carivit.

Luigi Pasqualetti, presidente della Fondazione Carivit, ha ricordato come la Fondazione sostenga questa manifestazione dal 2017 “perché è giusto dare spazio ai giovani e aprire luoghi speciali per la musica”.

Gli artisti che si esibiranno, oltre al maestro  De Palma, pianista e direttore artistico sono: i Solisti Aquilani, Philharmonic String Trio Berlin, Quartetto Nous, Quartetto Adorno, Trio Ares, Trio Raro, Trio Mythos, Ensemble barocco di Napoli, Salvatore Barbatano, Ferdinando Bastianini, Giovanni Bietti, Michel Bourdoncle, Nicolas Bourdoncle, Alessandro Carbonare, Assunta Cavallari, Roberto Cominati, Pietro De Maria, Andrea De Vitis, Filippo Gorini, Ilja Grubert, Andrea Lucchesini, Serena Marotti, Marcello Mazzoni, Andrea Padova, Alessandro Paschitto, Erica Piccotti, Leonardo Pierdomenico, Laura Pinnella, Aurelio e Paolo Pollice, Federica Raia, Rocco Roca Rey, Matteo Rocchi, Fabio Silvestro, Marco Sollini, Gabriele Strata, Simone Vallerotonda, Ludovica Vincenti, studenti del Conservatorio San Pietro a Majella, Coro Musica Reservata, diretto dal M° Roberto Ciafrei.

Ingresso con biglietteria elettronica: 5 euro interi, 2 ridotto per under 18, studenti e over. L’associazione Clementi ha ottenuto la possibilità di ricevere il 5 per mille dai contribuenti e l’art bonus, gli importi versati sono quindi detraibili.

L’iniziativa è inserita nell’Almanacco degli investimenti culturali del Comune di Viterbo,  il programma completo è consultabile sul sito www.associazioniclementi.com

Print Friendly, PDF & Email