Grande successo per la prima di “Paesaggi di parole”, la replica sabato 7 settembre nella chiesa di Santa Maria della Salute

L’amore: sperato e lusingato. Non solo: cantato, recitato e danzato. L’amore che ha toccato i versi più belli della letteratura italiana e straniera: da Giulietta e Romeo di Shakespeare, al dissoluto punito del Don Giovanni; fino ad arrivare all’amata Beatrice descritta dai versi di Dante Alighieri. L’amore raccontato dalla voce di Marco Paoli e dai versi di Lorena Paris. Grande successo, ieri sera, per la prima dello spettacolo “Paesaggi di parole” che verrà riproposto, al pubblico, sabato 7 settembre, sempre alle ore 18.30, nella chiesa di Santa Maria

della Salute in via della Pescheria. Un percorso di parole, musica e recitazione esteso a due grandi temi: all’amore, nell’essenza più vera e profonda del termine; e alle bellezze paesaggistiche della nostra terra. La Tuscia: dimora di papi e re. Terra di santi. Paese di pietre, acqua e calanchi. Miscuglio di arte e storia. Tuscia: terra di profumi antichi, piazze e fontane. Madre di torri svettanti e torri diroccate. L’evento ha visto la partecipazione di Lorenzo Corbucci (alla chitarra) e Ilaria Alario (cantante). Barbara Paparusso, Elisa e Chiara Serafini di “Brasil Energy” danzatrici nella serata di ieri 5 settembre; mentre Virginia Bracci di “Prima Officina dello Spettacolo” lo sarà sabato 7. “Un grazie di vero cuore – ha commentato l’autrice dei versi, Lorena Paris – a tutti coloro che ci hanno sostenuto per la realizzazione di questo evento: Archeotuscia, Archeoares, Progettarte3D, Otium Cafè e il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa”.

   

Leave a Reply