Grande successo per l’edizione 2020 della Notte dell’Arpia

CELLENO (Viterbo) – Il Borgo Fantasma ® di Celleno, in collaborazione con l’Associazione culturale MIRABILECO di Piediluco e la Proloco di Celleno, con il patrocinio del Comune di Celleno e della Regione Lazio, ha portato in scena un evento culturale di grande livello incastonato nella suggestiva cornice di Piazza Castellani, resa ancor più preziosa dalla presenza delle opere della Biennale di Viterbo Arte Contemporanea inaugurata la mattina del 25 luglio.
Il pubblico ha risposto con entusiasmo all’invito: purtroppo non è stato possibile accogliere i tantissimi che avevano fatto richiesta a causa dell’emergenza Covi-19, ma i fortunati presenti hanno beneficiato di uno spettacolo di altissimo valore.
La prima parte della serata ha visto sul palco le eccellenti Claudia Giottoli (flauto) e Lucrezia Proietti (pianoforte), con la partecipazione del giovane Giacomo Di Cristo (flauto), che, ispirandosi agli arcani evocati dal mistero dell’arpia Celeno, hanno cullato il pubblico con il fascino della loro musica.
La seconda parte della serata, caratterizzata da un melologo di David Riondino accompagnato dal Maestro Fabrizio de Rossi Re, è iniziata con un lungo racconto storico e al tempo stesso immaginifico sul tema della serata “L’arpia e altre mostruose creature”, per poi passare a temi più attuali trattati con un umorismo pungente e mai banale che ha trovato il consenso dei presenti.
Magico il finale curato dagli artisti di strada dei Teveriva Buskers Nulleamai e Livia X Aria che hanno emozionato il pubblico con i loro numeri mirabolanti.
L’appuntamento è ora rinviato al prossimo anno, per la sesta edizione della “Notte dell’Arpia”.

Print Friendly, PDF & Email