Granfondo Angelini Group: le firme fi Castignoli, Ciuffini, Di Pietro e De Lorenzo

In una giornata dal sapore estivo, 456 concorrenti si sono dati battaglia sulle strade abruzzesi per la Granfondo Angelini Group. Occasione buona per molti cicloturisti di riprendere confidenza con il clima agonistico dopo le meritate ferie estive e soprattutto Chiara-Ciuffini-vincitrice-nel-lungocondividere una giornata di bicicletta con gli amici lungo le strade tra le province di Pescara, Chieti e L’Aquila nonostante la concomitanza dei campionati italiani della Uisp. Un appuntamento targato Angelini Cycling Team, l’associazione ciclistica dopolavoristica della Fameccanica.Dama che porta

avanti da quattro edizioni l’evento sportivo destinato sia a coloro che vanno in bici con scopi salutari e contemplativi (purché in possesso di un certificato di sana e robusta costituzione) sia a quelli, la maggioranza, che amano provare l’ebbrezza dell’agonismo. L’evento è stato intitolato alla memoria di Guido Rommelli nonché inserito dall’ACSI tra le prove valide per l’assegnazione del titolo di campione italiano fondo, campionato regionale di cicloturismo per società, facente parte delle gare del Centro Italia Tour e Tour Race dell’Adriatico. All’inizio qualche difficoltà per via della strada stretta e di qualche macchina sul percorso, ma dopo l’immissione sulla strada statale 5 Tiburtina ognuno ha potuto sfogare le proprie energie non prima di aver fatto i conti con la breve salita di Colle Morto che ha prodotto la prima vera selezione. Dopodiché mentre il medio ha deviato verso Pietranico, il tracciato più lungo ha costretto i fondisti a stringere i denti sulla salita che conduceva a Capestrano e la successiva ascesa per Forca di Penne. Entrambi i percorsi hanno affrontato il terribile muro di Colle Cincero che niente ha da invidiare ai più famosi muri delle Fiandre. Causa una festa paesana un cambiamento dell’ultima ora ha costretto gli organizzatori a togliere la salita di Santa Lucia con buona pace delle gambe già messe a dura prova. L’ultimo chilometro sul bel vialone che porta agli stabilenti ha rappresentato il giusto epilogo ad un tracciato di gara che ha presentato in egual misura pianura, discesa e salita. Il ternano Federico Castagnoli (ASD Bici Mania), approfittando dell’assenza dei dominatori della Kyklos Abruzzo (Alessandro Donati e Dimitri Nikandrov), è sceso in terra d’Abruzzo a dettare la sua legge e mettere le sue ruote davanti a quelle di Luciano Mencaroni (ASD Melania), Antonio Borrelli (ASD Trasporti Convertini) e Giovanni Riccioni (Pedale Fermano Amatori) usciti in avanscoperta a una ventina di chilometri dal traguardo. “Ci tenevo a vincere per fare il più bel regalo a mio padre Fabio per il suo compleanno e poi dovevo fare bene per me e per le persone che credono in me. Per quanto riguarda la gara, un bel percorso non troppo duro e allo stesso tempo abbastanza selettivo, bella gara e ben organizzata” ha dichiarato Federico Castagnoli, alla dodicesima vittoria stagionale. Nonostante la grinta delle rivali, l‘aquilana Chiara Ciuffini (MKG Cycling Team) ha dominato la gara, rifilando venti minuti a Veronica Pacini (Cicli Copparo) e Irene Marzoli (AVIS Frecce Azzurre Camerino) giunte appaiate. “Gara ben organizzata in una bella cornice paesaggistica. Sono riuscita a gestire le due salite lunghe senza forzare e poi siamo andati all’arrivo divertendomi tantissimo” ha commentato Chiara Ciuffini specialista delle granfondo su strada e della mountain bike. Aurelio Di Pietro (Kyklos Team Abruzzo) ha brillantemente rappresentato il suo sodalizio centrando la vittoria nella medio fondo, mentre Barbara Di Lorenzo portacolori del team organizzatore dell’Angelini Cycling Team ha fatto suo il podio nella contesa femminile. “Siamo andati in fuga in sei dopo la deviazione sulla prima salita verso Pietranico e ho vinto in volata. Tutto merito mio ma grazie anche al patron Gabriele Marchesani, una bravissima e speciale persona che ci permette di far correre ovunque e non ci fa mai mancare niente grazie anche all’aiuto del presidente Marco Piersante e Antonio Mennilli. Ho vinto tante corse con loro e spero di regalare a loro ancora tante soddisfazioni perché meritano” ha commentato l’ex dilettante di Castelvecchio Calvisio (L’Aquila) Aurelio Di Pietro marito della conterranea ed ex campionessa del mondo juniores 1996 ed europea under 23 2000 Alessandra D’Ettorre. Degno di nota, nel dopo-gara, il sontuoso pasta party allestito nei locali della mensa aziendale, in cui tutti i presenti hanno potuto gradire le ottime portate a scelta tra le tante proposte. ARRIVO GRANFONDO 1 276 CASTAGNOLI FEDERICO ASD BICI MANIA 03.37.44,630 2 113 MENCARONI LUCIANO ASD MELANIA 03.37.45,980 3 415 BORRELLI ANTONIO ASD AUTOTRASPORTI CONVERTINI 03.37.45,990 4 488 RICCIONI GIOVANNI PEDALE FERMANO AMATORI 03.37.47,020 5 245 D’ANDREA ALESSANDRO ASD NEW LIMITS STUDIO MODO 03.39.04,640 ARRIVO MEDIOFONDO 1 135 DI PIETRO AURELIO ASD TEAM KYKLOS ABRUZZO 02.27.54,600 2 471 DI SCIASCIO DARIO NATURABRUZZO DEMA SERVICE 02.27.54,695 3 266 MARTELLA GIACOMO ASD TERMOLI ON BIKE 02.27.54,805 4 331 BORRACCINO ALESSANDRO MONTENERO BIKE 02.27.55,380 5 474 SAMMASSIMO LORENZO NATURABRUZZO DEMA SERVICE 02.27.55,470 VINCITORI DI CATEGORIA PERCORSO LUNGO Cadetto: Fabio Mantovani (MKG Cycling Team) Donna A: Chiara Ciuffini (MKG Cycling Team) Donna B: Irene Marzoli (Avis Frecce Azzurre) Gentleman: Giovanni Riccioni (Pedale Fermano Amatori) Junior: Federico Castagnoli (Asd Bici Mania) LR: Marco Iarlori (Jolly Asd) Senior: Alessandro D’Andrea (New Limits Studio Moda) Supergentleman A: Sorrento Diomedi (Nuova Pedale Civitanovese) Supergentleman B: Francesco Romani (Velo Club Giulianova) Veterani: Luciano Mencaroni (GC Melania) VINCITORI DI CATEGORIA PERCORSO MEDIO Cadetto: Dario Di Sciascio (Naturabruzzo Dema Service) Donna A: Francesca Mazzocchetti (Asd Pescara) Donna B: Barbara De Lorenzo (Angelini Cycling Team) Gentleman: Francesco Troilo (Bici Sport Foggia) Junior: Bruno Martelli (Bike Pro Chieti Scalo) Senior: Aurelio Di Pietro (Team Kyklos Abruzzo) Supergentleman A: Giovanni Cardillo (Bike Team San Severo) Supergentleman B: Stefano Silva (Mg.K Vis-Gobbi-Lgl Dedacciai) Veterani: Danilo Sbaraglia (Geba Team Cycling)

   

Leave a Reply