Grotte di Castro, ieri l’inaugurazione del monumento della Fontana Grande

Domenica 8 dicembre alle ore 11:30 si è tenuta a Grotte di Castro, alla presenza delle autorità militari, civili e religiose, l’Inaugurazione del Monumento della Fontana Grande situata nella piazza dedicata al Card. Carlo Salotti. L’antica fontana che tra il 1886, anno della conclusione dei lavori, e il 10 luglio 1887, giorno del collaudo da parte dell’ingegnere Mazzanti, riscosse l’entusiasmo dagli abitanti di Grotte di Castro perché portava finalmente l’acqua al centro del paese, dopo un lungo lavoro di recupero e restauro è tornata al suo antico

splendore. Come ha affermato nel suo intervento il professor Guglielmo Salotti quest’opera voluta fortemente dall’Amministrazione Comunale non solo valorizza un bene architettonico di notevole valore ma rappresenta anche un mezzo per far sì che “la civiltà antica espressa da questi territori possa essere insegnata alle giovani generazioni per donare loro consapevolezza di se stesse e dei luoghi nei quali sono nati, per educarle alla responsabilità della conservazione dei beni culturali dei quali quest’area è ricca e che, per lo più, conoscono molto meglio i visitatori stranieri che quanti dovrebbero essere gli eredi”. Ricollegandosi a questo concetto, anche il Presidente della Provincia Marcello Meroi nel suo intervento ha voluto sottolineare la necessità di riportare alla luce il valore storico, artistico e culturale del nostro territorio, anche e soprattutto attraverso opere di recupero, come quella attuata per la Fontana Grande. L’ultimo a parlare è stato il sindaco Piero Camilli che pur non nascondendo le difficoltà affrontate per portare avanti un così imponente lavoro di restauro, si è detto soddisfatto soprattutto per i valori che la storia e la cultura continueranno così a rappresentare, non solo per il nostro territorio, ma per le generazioni future. La cerimonia si è conclusa con la benedizione della Fontana accompagnata dalle note dell’Inno d’Italia — grazie al “Corpo Bandistico Giuseppe Verdi” — e l’apertura dell’acqua che è tornata nuovamente a sgorgare da tutte le vasche che la compongono.

   

Leave a Reply