Guardia di Finanza: chiusi 13 siti illegali

Il Nucleo speciale frodi tecnologiche delle unità speciali della Guardia di finanza ha chiuso 13 siti internet, allocati su server esteri, a cui accedevanoguardia-di-finanza-primo-piano milioni di contatti, che utilizzavano i contenuti delle case editrici, violando così il diritto d’autore. Attraverso motori di ricerca

interni la struttura permetteva di trovare in maniera più semplice contenuti illeciti, garantendo l’anonimato. Sono stati così posti sotto sequestro 13 siti illegali mediante l’operazione denominata “Free Magazines”, svolta in collaborazione con la Federazione italiana editori giornali (Fieg). Tale operazione si inserisce in un contesto più vasto mirante alla tutela della sicurezza economica delle imprese italiane.

   

Leave a Reply