“I Bemolli sono blu”, anteprima del festival alle Terme dei Papi

VITERBO – Johann Sebastian Bach non ha bisogno di presentazioni. Al musicista spirituale per eccellenza è dedicata l’anteprima del quarto Festival “I Bemolli sono blu & Viterbo in Musica” (27 settembre-7 novembre 2020) in programma domenica 27 settembre, alle ore 21.00, alle Terme dei Papi di Viterbo (Strada Bagni 12) dopo lo strepitoso successo del 2019 che ha visto il maestro Sandro De Palma, direttore artistico del festival, eseguire i Notturni di Chopin con un pianoforte sospeso sull’acqua, arduo progetto condiviso da Vincenzo Ceniti del Touring Club Viterbo, con le note accompagnate dalle originali letture poetiche di Zingonia Zingone.
Quest’anno il compito di dare all’evento un’altra atmosfera idilliaca e sensoriale è affidato alla musicista Silvia Chiesa che dal bordo della piscina monumentale farà ascoltare, a quanti sono immersi nella benefica acqua o seduti all’esterno, alcune Suites per violoncello solo di Johann Sebastian Bach (Suite BWV 1007, Suite BWV 1008, Suite BWV 1009).


La serata darà l’opportunità di assaporare note di una grande musica che aiuta a ritrovare la propria interiorità. Si potrà accedere alla piscina termale dalle ore 20,30. Gli ingressi saranno consentiti fino a raggiungimento della capienza massima dettata dalle regole dell’emergenza sanitaria Covid-19. Non è necessario prenotare, il biglietto d’ingresso (15 €) sarà acquistabile la sera stessa alla cassa oppure online sul sito https://www.associazioneclementi.org
Interprete ricca di personalità, Silvia Chiesa è l’artista che più ha contribuito ad ampliare gli orizzonti del violoncello. Ha rilanciato il repertorio del Novecento, e ha stimolato la produzione di nuove opere per il suo strumento eseguendole su prestigiosi palcoscenici internazionali.
Ha ideato la “Trilogia del Novecento italiano” (Sony Classical) che raccoglie per la prima volta insieme su cd i Concerti per violoncello e orchestra di Rota, Casella, Respighi, Pizzetti, Castelnuovo-Tedesco, Gian Francesco e Riccardo Malipiero. Con lei l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta dai maestri Rovaris e Caldi.
Regolarmente invitata come solista dalle più rappresentative orchestre italiane e straniere con direttori quali Angelico, Angius, Benedetti Michelangeli, Bisanti, Gatti, Rustioni, Shelley, è dedicataria di brani per violoncello e orchestra di Corghi e D’Amico, ed è scelta da compositori come Shohat, Campogrande, Clementi, Dall’Ongaro, Maxwell Davies, Sollima, Cascioli e Fedele per prime esecuzioni di loro opere.
Con il pianista Maurizio Baglini forma un duo che all’attivo oltre 250 concerti e i cd con le Sonate di Schubert, Brahms e Rachmaninov. Ha inoltre registrato il Quintetto op. 163 di Schubert con il Quartetto della Scala, i Concerti di Haydn con la Camerata Ducale e, in prima mondiale, “…tra la carne e il Cielo” di Corghi con l’Orchestra Filarmonica di Torino diretta dal maestro Ceccherini (Decca). È artista residente dell’Amiata Piano Festival e docente al Conservatorio “Monteverdi” di Cremona. Suona un violoncello Giovanni Grancino del 1697.
Il programma integrale di “I Bemolli sono blu & Viterbo in Musica 2020”, sarà reso noto nel corso della conferenza stampa. La manifestazione è promossa dall’Associazione Musicale Muzio Clementi ed ha il sostegno della Regione Lazio, della Fondazione Carivit; si svolge in collaborazione con le Terme dei Papi, il Touring Club Italia sezione di Viterbo, l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, con il patrocinio del Comune di Viterbo e rientra nell’ambito dell’Estate Viterbese promossa dal Comune di Viterbo-assessorato cultura e turismo; e ha l’appoggio tecnico del Conservatorio di Santa Cecilia, di Carramusa Group, Alfonsi Pianoforti, Balletti Park Hotel, Ristorante Il Labirinto, Associazione Amici di Bagnaia.
La serata del 27 settembre darà l’opportunità di assaporare note di una grande musica che aiuta a ritrovare la propria interiorità. Si potrà accedere alla piscina termale dalle ore 20,30. Gli ingressi saranno consentiti fino a raggiungimento della capienza massima dettata dalle regole dell’emergenza sanitaria Covid-19. Non è necessario prenotare, il biglietto d’ingresso (15 €) sarà acquistabile la sera stessa alla cassa oppure online sul sito https://www.associazioneclementi.org
Info: 328 7750233

Print Friendly, PDF & Email