I Subsonica al centro dell’appuntamento “Cantautori Terapeuti dell’anima”

VITERBO –  Nell’ambito del ciclo di incontri Cantautori Terapeuti dell’anima, organizzati da Romeo Lippi con il suo progetto Lo Psicologo del Rock, protagonisti del prossimo appuntamento saranno i Subsonica. Nel seminario-evento, dal titolo “Subsonica: gli effetti della tecnologia sulla psiche”, presso lo spazio espositivo Wintergarden di Viterbo, il 31 gennaio Romeo Lippi, psicologo, psicoterapeuta e cantautore, con la sua band Le Ferite, condurrà il pubblico, alternando momenti cantati e di riflessione sui testi, in un viaggio dentro l’originale poetica della rock band torinese, che mette al centro i tormenti dell’anima e il difficile rapporto tra gli umani – che loro chiamano “i terrestri” – e la tecnologia, le connessioni e le distanze tra il reale e il virtuale, la tensione tra la continua ricerca del contatto umano e quello che è il nostro rapporto con lo schermo digitale.

Il pubblico sarà condotto, come in un gioco di specchi, in una nuova consapevolezza su chi sono i Subsonica e su chi siamo noi, che in quella musica ci riconosciamo. L’evento è anche in diretta anche su Periscope, basta seguire @psicologorock.

Cantautori Terapeuti dell’anima sono dei seminari-evento dove musica e psicologia si incontrano sotto la guida di Romeo Lippi, che interpreta e racconta in una nuova chiave di lettura i cantautori italiani e internazionali. “Nella musica – racconta Lippi – c’è tantissima psicologia, ci sono incise le nostre emozioni, le nostre storie, i legami, i ricordi di persone e di esperienze che abbiamo avuto. Per questo attraverso la musica che più amiamo – spiega Romeo Lippi – si può entrare in contatto con le parti più profonde di se stessi e diventarne più consapevoli”.
Lippi ha già organizzato seminari evento su Califano, De Gregori, Vasco Rossi e sono in programma ancora Battiato, de Andrè, i Baustelle e altri ancora.

Romeo Lippi è uno psicologo, psicoterapeuta e cantautore, blogger, frontman del gruppo rock emotivo Le Ferite. Lo Psicologo del Rock un progetto nato nel 2014 dalla fusione delle sue due più grandi passioni: la musica e la psicologia, due arti, due terapie dell’anima e della mente. “Per me non si può vivere senza rock e psicologia – racconta Lippi – e per vivere bene io non posso che integrare queste due parti, questi due mondi; se ne vivessi uno solo, morirei dentro e fuori. E per rock non intendo solo un genere musicale ma un’attitudine alla vita: essere se stessi, cercare e dare emozioni forti, contrastare la normopatia, ovvero quella normalità che ci rende piatti e schiavi”.

Sul blog http://www.lopsicologodelrock.it/, seguito da migliaia di persone (circa 16mila fan su facebook), si trovano articoli dedicati al significato emotivo-psicologico di alcune canzoni cult, riletture in chiave psicologica delle biografie dei cantanti, “pisco-interviste” a protagonisti della scena musicale emergente. E poi storie personali di cambiamento o crescita avvenute anche con l’ausilio della musica. Vengono trattati argomenti legati a scienza e musica, malattia e musica, benessere e musica. La musica come essenza e come cura.
Oltre al ciclo di incontri “Cantautori Terapeuti dell’anima” dedicati ai cantautori, Lo Psicologo del Rock organizza Seminari di psicologia cantata nelle scuole, che gli hanno valso nell’anno 2015 il riconoscimento di “Generatore di Valori”. Lippi, in qualità di psicoterapeuta, utilizza inoltre la musica nella terapia individuale e in quella di gruppo, attraverso la Songtherapy, e promuove laboratori di espressione emotiva fondati sulla musica intesa come arteterapia, per stimolare percorsi di crescita personale.

Print Friendly, PDF & Email